In lettura
Ricomincio da Rai 3: per continuare a parlare di teatro

Ricomincio da Rai 3: per continuare a parlare di teatro

Ricomincio da Rai 3 due nuove serate

Ricomincio da Rai 3 la trasmissione che in 4 appuntamenti ha voluto testimoniare, nel corso dei mesi invernali dello scorso anno, il mutismo a cui era stato condannato tutto il mondo dello spettacolo.

Torna con due serate l’11 settembre e il prossimo sabato 18 settembre per presentare una carrellata di nuovi spettacoli pronti ad andare in scena nella prossima stagione.

Torna per sostenere e difendere questa ripresa augurandosi di non dover più chiudere.

“Se c’è un luogo sicuro, dove lo spettatore indossa la mascherina, sta zitto, seduto distanziato, questo è il teatro. Ben venga dunque il green pass se aiuta a far tornare le sale al tutto esaurito. Il teatro non deve essere demonizzato e indicato come luogo di flagello pubblico, perché non è così”

Questo è quello che si augura, il messaggio che vuole trasmettere Stefano Massini con queste due serate.

Teatro luogo di tracce e luogo di echi

Il terzetto che conduce, presenta, lega un incontro all’altro, declama anche brani, interroga, si emoziona è quello dell’anno scorso: Stefano Massini, Andrea Delogu e Paolo Iannacci.

Il trio Andre Delogu, Stefano Massini, Paolo Iannacci
Di nuovo insieme Delogu, Massini, Iannacci per condurre due nuove puntate di “Ricomincio da rai 3”.

Siamo sempre al Teatro Sistina, sono sempre presenti i ragazzi allievi del teatro, ma in questa occasione è presente anche un orchestra e del pubblico, se pur sempre rigorosamente distanziato e con mascherina.

L’inizio lo da come d’abitudine Stefano Massini con un monologo sulla morte di Nazar Mohamma, conosciuto come Khasha Zwan.

Quindi il menù degli ospiti presentato da Andrea Delogu e poi si da il via alla carrellata di ospiti.

Gli ospiti di Ricomincio da rai 3

Come primi ospiti abbiamo due nomi molto noti dello spettacolo Alessandro Preziosi con un brano tratto da lo spettacolo dedicato a Totò ed Eduardo e Ottavia Piccolo con un brano intitolato “Cosa Nostra spiegata ai bambini”.

Quindi un passaggio un po’ più leggero con Giacomo Poretti con un brano dal suo libro “Chiedimi se sono di turno”.

Un altro grande del palcoscenico Michele Placido con un brano tratto da “Il fiore in bocca” di Pirandello.

Abbiamo un uomo rubato alla musica, al rock, Piero Pelù che invece di cantare declamerà il XXVI canto dell”Inferno, quello su Ulisse per intenderci.

Valeria Solarino con un monologo “Gerico Innocenza Rosa” sul tema dell’identità di genere.

Un narratore Marco Balliani con il suo “Una notte sbagliata”.

Una breve chiacchierata di Massini con Paola Turci, cantante ma anche frequentatrice di teatri.

Ancora dei narratori Moni Ovadia e Mario Incudine con un brano da “Le supplici”.

Andrea Delogu torna con un monologo scritto per lei da Massini: “Il teatro è una cosa per pochi”.

Lucia Vasini (Caterina) e Laura Curino (Agostina), due personaggi tratti da “L’anello forte”.

Mimmo Borrelli ospite di Ricomincio da rai 3
Mimmo Borrelli con Napunalisse.

Un personaggio del teatro di ricerca come Mimmo Borrelli con Napunalisse, per dimostrare com “la parola viene prima di tutto dal corpo”.

Infine Lillo con i ragazzi ed un brano da “School of Rock”.

Dove vedere Ricomincio da Rai 3

Ecco il link per Rivedere “Ricomincio da Rai 3” su Rai Play

Pro

E' sempre una gioia vedere assaggi di spettacoli; farsi incuriosire da nuovi spettacoli ed esperimenti.

E' incredibile come il teatro, anche se trasmesso per televisione, riesca a trasmettere un energia tangibile ed emozioni inaspettate.

Contro

Alcuni brani recitati in dialetto purtroppo sono risultati poco comprensibili; anche se questo ha dato conferma all'affermazione di Mimmo Borrelli che la parola viene, prima di tutto, dal corpo.

Torna a inizio pagina