In lettura
Funerali in stile Bernard: le storie, il trailer e la recensione!

Funerali in stile Bernard: le storie, il trailer e la recensione!

funerali in stile bernard
Funerali in stile Bernard

Disponibile dal 12 Febbraio su Netflix il reality Funerali in stile Bernard

LA DOCU-SERIE

Le puntate del reality “Funerali in stile Bernard” sono disponibili dal 12 Febbraio su Netflix. È una serie di 8 puntate che durano 25 minuti l’una. La storia è basata sull’impresa di pompe funebri della famiglia Bernard fondata da Ryan Bernard nel 2017 e che tutt’ora detiene il primato dell’agenzia fuori dagli schemi.

LA TRAMA

La R Bernard Funeral Services è l’impresa di pompe funebri di Ryan Bernard fondata nel 2017. I Bernards sono una famiglia originaria di Memphis, Tennessee, conosciuta a livello locale perché offre ai suoi clienti dei pacchetti diversi da tutti gli altri, per poter aiutare i familiari dei cari defunti ad affrontare le spese del funerale in un modo davvero mai visto prima.

Inoltre, i Bernards danno la possibilità di fare dei pacchetti che accompagnano i familiari attraverso il processo del lutto, dalla morte del parente al funerale. Le loro pubblicità sono divertenti ed ad effetto, e sono state presentate al noto talk show americano di Steve Harvey.

All’interno dell’impresa lavora tutta la famiglia Bernard, che è una famiglia molto numerosa: dal più piccolo di tutti Reagan alla nonna Debbie. Funerali in stile Bernard ha un obiettivo ben preciso: offrire alla propria comunità conforto e anche qualche risata in un momento difficile come quello del funerale di un proprio caro.

Funerali in stile Bernard
LA FAMIGLIA BERNARD

Dal 2017 ad oggi la famiglia Bernard ha acquistato sempre più fama all’interno della loro comunità e del loro quartiere per l’attenzione che ripongono nei confronti dei loro clienti, e provano una sorta di empatia che aiuta i clienti ad affrontare nel migliore dei modi il lutto.

Tutti i componenti della famiglia sanno quanto sia importante sostenersi l’un l’altro per il bene di ogni persona e soprattutto perchè lavorando in un’impresa di onoranze funebri, bisogna mantenere un certo tipo serietà di cui però non possiamo affermare abbiano in Funerali in stile Bernard.

LA CONFLITTUALITA’ IN FAMIGLIA

“Funerali in stile Bernard” sottolinea le conflittualità che ci possono essere in famiglia lavorando insieme: gestendo un’impresa di pompe funebri sono sempre tutti nello stesso posto, quindi molto spesso può diventare difficile gestire i rapporti, litigi ed incomprensioni.

Il rapporto più difficile da gestire è quello madre-figlio: la nonna Debbie, è la più vecchia della famiglia, e come tale si definisce il capo dell’impresa. Peccato però che anche suo figlio si definisce capo dell’impresa avendola fondata. Questo porta i due ad un continuo litigio finchè la nonna capirà e si farà da parte per lasciare il figlio alla conduzione.

Funerali in stile Bernard

Un altro importante rapporto che possiamo vedere nella puntata 5di “Funerali in stile Bernard” è la relazione padre-figlia: Dejan, la figlia di Ryan, non vuole intraprendere e portare avanti la carriera del padre, per questo sono spesso in conflitto. Un giorno decide di accettare la proposta del padre di andare a pescare per migliorare e rafforzare il loro rapporto.

LA SECONDA STAGIONE

Per ora non ci sono notizie in internet su una possibile seconda stagione di “Funerali in stile Bernard”. Per quanto mi riguarda, avendola vista, la fine non lascia a desiderare: ciò che è ben chiaro, è che ognuno abbia ben capito quale sia il proprio ruolo all’interno dell’impresa.

IL TRAILER
3 MOTIVI PER NON GUARDARLO
  1. Non contestualizzato: il reality si sviluppa nell’arco di giornate non ben specificate, e tutto ciò che raccontano molto spesso non è legato alla puntata precedente;
  2. Funerali in stile Bernard è un po’ bizzarro: i personaggi hanno degli atteggiamenti a volte esagerati;
  3. Funerali in stile Bernard non trasmette niente di così forte: può essere simpatica in alcuni momenti, ma non ci sono punti in cui una persona possa identificarsi.
VOTO: 6
LEGGI ANCHE
0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina