In lettura
Sanremo 2021. Fedez e Michielin con “Chiamami per nome”: Francesca è la mia ancora.

Sanremo 2021. Fedez e Michielin con “Chiamami per nome”: Francesca è la mia ancora.

Fedez e Francesca Michielin alla prima serata del festival 2021

Francesca Michielin e Fedez dopo la serata Duetti e Cover fanno un primo bilancio di questo Sanremo 2021.

Quando abbiamo scritto la canzone non pensavamo di andare a Sanremo, ricordano i due artisti. Il brano è stato creato un po’ in studio e un po’ in remoto. Quando è stato chiuso abbiamo pensato la stessa cosa ovvero di partecipare a Sanremo.

Un’esperienza totalmente nuova per Fedez che nonostante le restrizioni ci racconta che sta vivendo un’atmosfera fantastica già solo nel back stage. Una boccata di normalità incontrarsi con gli artisti, confrontarsi. Una figata!

Ieri ci siamo divertiti tanto dalla preparazione nel camerino fino a salire sul palco… qualcosa di verosimile rispetto a una realtà che da tanto non provavo. (Fedez)

Francesca racconta così il suo Festival: “Fare Sanremo con Fede è bellissimo. Condividiamo emozioni sul palco e ci specchiamo nelle emozioni l’uno dell’altro. Sono felice e grata perché dopo un anno del genere, dove fare musica sembrava un’utopia, essere qui, poter raccontare la propria musica e rendere il pubblico felice di quello che stiamo portando (si commuove molto) è qualcosa di magico. Mi sono sempre concentrata, per come sono fatta, su una precisione ossessiva ora punto tutto sul darmi. Con la cover abbiamo cercato di realizzare qualcosa di molto complesso con un arrangiamento davvero impegnativo. Siamo partiti con piano e archi, passati dallo stile di Gerwshin per arrivare a Felicità in versione punk. Felice di aver omaggiato delle coppie a Sanremo.

Francesca in questo Sanremo mi da una forza e una carica pazzesche. Quando mi agito ho sempre bisogno di guardarla perché è un’ancora.

Fedez

Un commento su questa edizione singolare anche per gli ascolti “deboli”. Troppo aperta ai giovani con scelte di canto che hanno prediletto nomi non notissimi. Ci si apre ai giovani e si perde ascolto?
Questo Festival rispetta il panorama musicale. Tutti questi artisti arrivano da anni e anni di musica (Michelin). C’è Madame e c’è Orietta Berti e questo è una forza. Quando una cosa è rivoluzionaria e innovativa ha bisogno di tempo e assestamento.

La scelta stilistica della prima serata con iniziali sulla camicia dei tuoi figli è portare la famiglia al Festival? Leone sa già la canzone?
La camicia è un modo per sopperire alla mancanza della mia famiglia qui e tutto questo sarà un ricordo da raccontare ai miei figli. Leone la ascolta da mesi e quindi ritornello lo sa già tutto, inciampa sulle strofe.

Francesca Michielin reale i fiori d Sanremo a Fedez
Francesca Michielin regala a Fedez i fiori di Sanremo.

La rivoluzione dei fiori: Francesca pensavi avesse, questo gesto, cosi grande risonanza. Volevi mandare un segnale di parità dei sessi?
Per me è normale portare fiori a prescindere dal sesso e quindi non mi stupisco e secondo, in generale, non dovremmo stupirci. Ho fatto una cosa simbolica ma per una partita tra sessi la battaglia è sicuramente più grande.

Parere sulla classifica. L’orchestra non è stata molto gentile nei vostri confronti? Cosa vi aspettate dal televoto essendo fuori da top ten generale?
L’obiettivo della classifica non c’e mai stato. Sanremo si fa per portare una storia, un messaggio e per il dopo Festival. La musica continua oltre la classifica. Io voglio rimanere concentrata sulla musica il resto sono solo parole (Michielin).

Ci siamo divertiti un sacco e abbiamo fatto divertire le persone. Questo è il nostro ruolo il resto è fine a se stesso. E’ importante collezionare sensazioni e esperienze nuove ogni giorno. Il resto è davvero tutto secondario e dato il periodo ancor di più (Fedez).

Il nastro che vi ha unito, ce ne parlate?
Da una parte è stato oggetto di meme fantastici, dice Fede, e dall’altra parte era un gesto simbolico che raccontasse non solo come noi viviamo il palco ma il fatto di essere distanti ma vicini . Qualcosa di semplice che desse la fotografia di questo periodo.

Stilisti per i vostri abiti al Festival. Scelte comuni o ognuno la sua?
Ognuno ha fatto come preferiva e ognuno ha il suo, non ci siamo molto confrontati.

Qual è il “racconto” che avete portato a Sanremo?
Commento alla performance di ieri dello Stato Sociale di portare all’Ariston il tema del momento che stiamo vivendo (teatri chiusi)?

Francesca: “Da un anno ho un progetto che celebra la collettività. Un racconto a capitoli che ho deciso di continuare. Il brano ha tantissima speranza e ha un sacco di elementi di fragilità. Non c’e pesantezza. Non faccio politica o retorica sul palco dell’Ariston. Penso che regalare serenità alla persone a casa e farle sognare con noi sia importantissimo in questo momento”.
Fedez: “Noi abbiamo fatto il video clip del brano proprio in diversi teatri chiusi per toccare argomento che ci sta molto a cuore. Lo Stato Sociale davvero emozionante e anche se amici non sapevamo delle reciproche esibizioni.”

Il video di “Chiamami per nome” brano presentato al Festival di Sanremo 2021

Teatri vuoti e una sottile speranza che lega non solo i due Artisti ma tutto il mondo della musica e dello spettacolo. Intensi e nello stesso semplici Fedez e Francesca regalano forti emozioni lanciando nello stesso tempo un grande messaggio ad un Italia che presto ripartirà più forte di prima.
Il video ha già superato i 2,2 milioni di visualizzazioni e su Spotify la canzone ha più di un milione e 700 mila streaming.

Torna a inizio pagina