In lettura
NYO: Ritmi latini per un nuovo domani. Il nuovo singolo “Tutto finisce”.Intervista esclusiva.

NYO: Ritmi latini per un nuovo domani. Il nuovo singolo “Tutto finisce”.Intervista esclusiva.

Nyo

In primavera ho chiesto al pubblico, attraverso una box di Instagram, quali fossero le sensazioni, i dolori, le speranze, le paure provate durante la quarantena. “Tutto finisce” è il prodotto di queste sensazioni. Mi piace pensarla come un puzzle costruito insieme, pezzo dopo pezzo.

NYO

“Tutto finisce”, il nuovo singolo dal pop latino che segna la rinascita musicale di NYO (distribuzione Pirames International).

NYO è il nuovo progetto musicale di Antonio Sorrentino, anticipato dal singolo uscito il 18 giugno in radio e su tutte le piattaforme digitali, e che segna il primo passo di una serie di pezzi che saranno rilasciati nei prossimi mesi. Un brano, nato insieme al suo pubblico, che scaturisce dalla voglia di chiudere gli occhi per guardarsi dentro ed esorcizzare il buio interiore attraverso un ritmo dai toni latini che rende visibile, fin dalle prime battute, la necessità di lasciarsi andare alla danza. 

“Tutto finisce” rappresenta l’attimo che ognuno di noi aspetta di rivivere, il ritorno alla libertà proibita da questo periodo buio. 
Il testo si muove tra la lingua Italiana e quella Spagnola racchiudendo le più grandi passioni di NYO: dalla cultura e lingua spagnola fino alla danza, passando per il Flamenco fino al Reggaeton. Un invito a guardare al futuro per poter ballare, “fino a cadere” sotto El sol de Panama.

Chi è NYO?

Nyo
NYO, cantautore italiano.

Antonio Sorrentino nasce a Castellammare di Stabia nel 1991. È autore e compositore. Laureato in Lingue Straniere, studia canto, danza e recitazione sin da bambino fino a diplomarsi in “Voicecraft”. 
Vincitore del Festival Show esibendosi alla finale all’Arena di Verona e del Deejay on Stage in collaborazione con Radio Deejay, nel 2015 entra a far parte del cast di Amici di Maria de Filippi con la sua band Metrò, con la quale pubblica diversi singoli nel corso degli anni tra cui “130 volti”, “Uno Qualunque”, “Tu Sei L’universo” e “Giove”.
Nel 2017 entra a far parte del cast del Festival di Castrocaro in diretta su Rai 1 con l’inedito “Via d’uscita”. 
Nel 2020 entra a far parte del Cast de “La Divina Commedia Opera Musical” sotto la regia di Andrea Ortis, con le musiche di Marco Frisina e la voce narrante interpretata da Giancarlo Giannini. 

L’intervista a NYO

Parto subito dal titolo del tuo singolo “tutto finisce”. E’ un buon auspicio per tutti noi?
Assolutamente si. Con “Tutto finisce” si chiude un ciclo ma se ne apre un altro che spero migliore. Questa canzone è un invito ad andare avanti con la speranza di una volta che forse abbiamo perso. Per me tornare a sognare è fondamentale.

Tu ci fai sognare con questo pop latino. Come mai la scelta di questo genere musicale e di cantare in spagnolo?
Tutto questo mi rappresenta a 360 gradi. Io ho questa passione incredibile per la cultura spagnola, ho studiato lingue e lo spagnolo è diventato la mia seconda lingua. Nel corso della mia vita mi sono anche avvicinato alla danza e quindi questo progetto mi identifica molto.

E’ molto bello che per la costruzione di questo brano tu abbia interagito con il tuo pubblico…
Esattamente. Quest’ anno mi sono ritrovato a insegnare lingue in una scuola media e così ho vissuto le emozioni, le sofferenze le sensazioni di questi ragazzi in prima persona. Mi è così nata l’idea di chiedere tramite instagram cosa mancava e quale era la speranza delle persone durante la quarantena e tutto questo poi è diventato parte del testo del mio brano.

cover NYO
La cover di “Tutto finisce”.

Mi spieghi il significato del tuo nome d’arte?
Anche se sono solo tre lettere non è semplice…
Io vengo da un passato con la mia band i “Metrò” e quando ho deciso di intraprendere la mia carriera come solista cercavo un nome che rimanesse vicino a Antonio (il mio vero nome).
Ogni lettera corrisponde a un termine spagnolo: N come navigante, Y come yermo che rappresenta un luogo disabitato e O come operaio di me stesso sentendo in me un senso di rinascita e di ricostruzione.

Tu hai studiato canto, danza e recitazione e tra le diverse esperienze che hai fatto approdi anche al mondo del musical.
Si questa cosa è nata per caso. Ho mandato la domanda ma era una cosa molto lontana da me. Invece poi si è creato un forte legame con il regista Andrea Ortis che è riuscito a far uscire tutto quello che io avevo nascosto dentro. E’ stato un percorso molto formativo e mi ha dato la carica per tornare sulle scene e scrivere.

Porterai avanti entrambe i due mondi pop e musical?
Non lo so, non metto barriere. Mi piace fare tante cose e non mi piace mettermi dei limiti.

Prossimi progetti di cui mi puoi parlare?
Adesso mi sto concentrando molto su questa canzone e nell’ultimo anno ho davvero scritto tantissimo. Ho tante cose da dire e da far ascoltare.

Il video di “Tutto finisce”

Torna a inizio pagina