In lettura
Nada – La bambina che non voleva cantare: dall’amore per la madre nasce una voce che vola a Sanremo!

Nada – La bambina che non voleva cantare: dall’amore per la madre nasce una voce che vola a Sanremo!

La bambina che non voleva cantare scena film

La Rai dedica spesso film e sceneggiati a esponenti della musica e della cultura italiana: ricordiamo la serie su Domenico Modugno (con Beppe Fiorello) ma anche il più recente film TV su Rita Levi Montalcini (con Elena Sofia Ricci). Questa volta omaggia una grande, grandissima voce della canzone italiana: Nada.

Il film, dal titolo “La bambina che non voleva cantare“, ha la regia di Costanza Quatriglio ed è tratto dal romanzo autobiografico della stessa Nada “Il mio cuore umano”. Lo share della serata è stato del 23,2% con una media di 5.582.000 spettatori.

La trama di La bambina che non voleva cantare

Nada è una bimba che vive nelle campagne toscane con il padre Gino, la mamma Viviana e la sorella Miria. Viviana soffre di depressione, e nessuna cura medica sembra riuscire a riportarla alla serenità persa. Un giorno Nada inizia per caso a cantare nel coro di Suor Margherita, che scopre la sua meravigliosa voce.

È proprio la voce della bimba a dare a Viviana nuovamente la voglia di vivere ed essere presente per la sua famiglia. La donna porta così Nada dal maestro Leonildo, che insegna alla bimba la tecnica vocale e la iscrive a concorsi e gare di canto.

Il talento di Nada è sempre più evidente, ma lei non è convinta di voler fare della musica la sua strada. I rapporti fra Nada e Viviana sono altalenanti e il dolore è continuo, per entrambe.

Un giorno però arriva una grande occasione, e Nada partecipa al Festival di Sanremo: è il 1969, e la giovane ragazza (quindicenne) fa il suo ingresso sulla scena musicale italiana con Ma che freddo fa.

Il cast di La bambina che non voleva cantare

Tecla Insolia in La bambina che non voleva cantare
Tecla Insolia nei panni di Nada

Tecla Insolia (Nada): vediamo Nada bimba (poi adolescente). Nasce negli anni ’50 in Toscana e vive tra i campi insieme alla sua famiglia. Scopre il suo talento e lo coltiva perché sua madre esca dalla sua depressione. Tecla è una giovane attrice e cantante che abbiamo già conosciuto sia per la sua partecipazione tra le Nuove Proposte di Sanremo 2020, sia per il suo ruolo da protagonista in Vite in fuga.

Carolina Crescentini e Giulietta Rebeggiani
Carolina Crescentini e Giulietta Rebeggiani nei panni di Viviana e Nada

Carolina Crescentini (Viviana): la madre di Nada soffre di depressione e si salva grazie alla melodiosa voce di sua figlia. La accompagna nel suo percorso fino alle tavole del Teatro del Casinò di Sanremo. Abbiamo di recente visto in TV Carolina nei panni di Paola in Mare Fuori.

Completano il cast Sergio Albelli (Gino Malanima), Paolo Calabresi (maestro Leonildo), Giulietta Rebeggiani (Nada a 7 anni), Massimo Poggio (Guido De Santis), Paola Minaccioni (Suor Margherita), Daria Pascal Attolini (Nora), Raffaella Panichi (Ersilia), Nunzia Schiano (Nonna Mora) e Giulia Battistini (Miria Malanima).


LA NOSTRA RECENSIONE

Nada La bambina che non voleva cantare recensione
0
Bello
85100
Pro

Tecla Insolia e Carolina Crescentini sono bravissime nei loro ruoli di Nada e Viviana: lo spettatore riesce a vivere con loro il difficile rapporto che le lega.

È come sempre molto interessante vedere la nascita di un talento, di una grande artista e di una grande voce come Nada.

Contro

Il film è forse un po' lento in alcuni punti, e perde di ritmo nella parte centrale

0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina