In lettura
Le allegre comari di Windsor, una commedia tutta al femminile!

Le allegre comari di Windsor, una commedia tutta al femminile!

Le allegre comari di WIndsor
Le allegre comari di WIndsor

Le allegre comari di Windsor, commedia di Shakespeare adattata in questa versione da Edoardo Erba, ha debuttato ieri sera 21 febbraio 2019 al Teatro Carcano di Milano.

In scena le attrici Mila Boeri, e Annagaia Marchioro, Chiara Stoppa e Virginia Zini e Giulia Bertasi alla fisarmonica. La regia è di Serena Sinigaglia.

Lo spettacolo inizia a sipario già aperto ed è un atto unico della durata di 1h e 20 min. Un ragazzo con una fisarmonica sale sul palco dalla platea e attira l’attenzione degli spettatori in sala: dopodiché le attrici fanno il loro ingresso sul palco.

La scenografia è minimale, composta da un fondale bianco lavorato e da pochi sgabelli ed oggetti a ricreare il salone della casa della signora Page. I costumi, tutti bianchi, esaltano le personalità dei personaggi, sin da subito individuabili.

Le donne, a ritmo di musica, si bloccano in pose statiche e una per una iniziano a parlare svelandoci i loro personaggi.

La prima è la Signora Page e poi a seguire Quickly, Anne e la Signora Ford. Lo snodo della vicenda è la scoperta che il Signor John Falstaff ha inviato due lettere identiche (irriverenti per non dire scandalose) alle due donne che, in realtà profondamente intrigate ed eccitate, seguendo la morale dell’epoca rifiutano le avance dell’uomo e si dichiarano indignate.

Ne segue un lungo processo di riflessione su quale possa essere il migliore escamotage per trarre in inganno l’uomo e smascherare la sua natura libidinosa.

Le allegre comari di windsor

I personaggi sono estremamente ben caratterizzati, le donne hanno personalità differenti ma si ritrovano concordi su numerose decisioni prese durante la scelta della punizione per Falstaff.

La comicità è spesso volgare e ciò risulta ridondante in alcuni punti dello spettacolo, soprattutto considerato che la vicenda si svolge senza cambi di scena né particolari accadimenti ed anzi tutto ruota attorno ad una sola questione centrale.

Nonostante ciò la sapiente regia e i ben calcolati movimenti delle attrici in scena rendono lo spettacolo ritmato e dinamico e di conseguenza molto ben godibile! Il tutto è completato dall’inserimento qua e là della fisarmonica e delle musiche tratte da Falstaff di Verdi che vanno ad incastrarsi perfettamente con il recitato.

0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina