In lettura
Aiello non ha paura dell’ultimo posto nella classifica provvisoria della Prima serata di Sanremo 2021!

Aiello non ha paura dell’ultimo posto nella classifica provvisoria della Prima serata di Sanremo 2021!

Aiello foto festival di Sanremo 2021

Il 71esimo Festival di Sanremo ha avuto inizio, e finalmente abbiamo ascoltato 13 delle 26 canzoni in gara tra i Big. Tra loro c’è Aiello, cantautore calabrese classe ’85, che si è esibito all’Ariston nella prima serata di martedì 2 marzo con il suo brano Ora.

La prima esibizione di Aiello a Sanremo 2021

Sei scaramantico? Hai fatto qualche rito particolare prima di salire sul palco?

No, è uno dei miei pochi lati non meridionali. Non ho fatto nulla se non prendere un bel respiro.

Senza pubblico. C’è ansia lo stesso?

Forse il doppio. Perché se non c’è il pubblico c’è una mancanza, e si sente l’esigenza di riempire quel vuoto. Ed è un compito difficile e pesante.

Come commenti l’ultimo posto nella classifica provvisoria?

L’ultima posizione per certi aspetti potrebbe anche onorarmi, visti anche i grandi che sono stati nelle stesse posizioni.

Quali sono stati i Meme più divertenti che hai visto?

Lo sono tutti! L’ho letta come uno sfottò nonostante il pezzo sia piaciuto, ci ho riso su. Forse avrei dovuto trattenermi un po’, e invece ho lasciato le briglie dei miei cavalli sciolte sotto pelle e ho caricato un po’! Per fortuna gli ascoltatori hanno subito riconosciuto e compreso l’emotività di quel palco.

C’è stata una scorretta interpretazione del pubblico da casa per il tuo ultimo urlo?

Ti faccio una metafora: se non vedi una persona per tanto tempo, quando la vedi le fai una carezza o la stringi fino a farle mancare il fiato? Ecco, siccome non sono una persona troppo costruita e non ho esperienza del palco di Sanremo io ho fatto questo. E’ cuore, ci sta comunque.

Come stai vivendo questi giorni particolari a Sanremo?

Non è facile non poter avere valvole di sfogo, io ho incontrato qualche artista per caso. Non ho ancora ascoltato le canzoni dei miei colleghi, e spero di farlo quanto prima.

L’orchestra cambia molto il sound di un brano: è stato per te un valore aggiunto?

Di sicuro lo è. Sanremo senza orchestra non sarebbe Sanremo, e la mia canzone senza orchestra non avrebbe avuto la stessa empatia.

Quattro chiacchiere con Aiello

Per la cover ho scelto Gianna di Rino Gaetano, e ho chiesto a Vegas Jones di accompagnarmi sul palco, rapperà delle barre molto forti. Poteremo una versione un po’ più forte dell’originale. Ci divertiremo sicuramente.

In che modo Ora è stata terapeutica per te nel primo lockdown?

Perché in quel periodo mi sono fatto delle domande, ed è stato terapeutico farsi una domanda e darsi una risposta. Capire che alcune colpe erano mie, spiegare a me e agli altri perché sono stato stronzo.

Qual è stato il tuo approccio interpretativo e compositivo su Ora?

La sfida è stata quella di far incontrare orchestra con una serie di suoni così particolari.

Tra le Nuove Proposte chi ti ha colpito di più?

Mi hanno colpito molto Wrongonyou e Folcast, e sono molto contento quest’ultimo sia passato in semifinale. Non li ho ascoltati tutti, ma ho sentito che sono tutti molto forti.

Ti tieni in forma con un po’ di sport? Tifi Inter: ti ha presentato Zlatan, com’è stato?

Mi alleno all’aperto, cerco di tenermi in allenamento a livello muscolare, ma niente di che. Io sono un grande fan dell’Inter sin da piccolino e.. mi ha presentato Zlatan Ibrahimovic!

Qual è stato il tuo primo pensiero dopo aver saputo della vicissitudine di Irama? Avevate tutti paura di questo scenario o l’avete preso sotto gamba?

Credo Irama sia stato attentissimo tanto quanti tutti noi. E ho tifato perché Irama potesse esibirsi perché sono sicuro lui avrebbe fatto lo stesso con me.

Torna a inizio pagina