In lettura
Free Guy – Eroe per gioco – Qual è il mondo reale? – Il telecomando della zia Elena!

Free Guy – Eroe per gioco – Qual è il mondo reale? – Il telecomando della zia Elena!

Free Guy -Eroe per gioco personaggi del mondo dei video giochi

“Free Guy – Eroe per gioco”, film della Twentieth Century Studios, è uscito nelle sale cinematografiche nell’agosto 2021 ed ora, dal 1 ottobre è disponibile su Disney +.

Free Guy è un film sui video giochi, ambientato nei video giochi, eppure a suo modo nuovo e diverso dagli altri film legati a questo tema.

Al contrario di quanto accadeva in “The Game”, dove il protagonista giocava nella vita reale, in “Free Guy” gli umani attraverso gli avatar giocano in un mondo digitale, ma anche in questo caso ad un certo punto vita reale e finzione si confondono.

La trama di “Free Guy – Eroe per gioco”

La storia muove i primi passi in un modo apparentemente molto normale e quotidiano: il protagonista Guy è un giovane cassiere che tutte le mattine si alza, saluta il suo pesciolino, fa colazione e si reca in ufficio.
Già mentre si reca in ufficio ci rendiamo conto che non è una realtà normale, sulle strade e nei cieli di questa città accadono inseguimenti, compaiono dinosauri, si schiantano elicotteri, si spara…
Si tratta di un mondo digitale Free City, dove si muovono due tipi di popolazione: i personaggi con gli occhiali, sono gli eroi, possono fare tutto, e i personaggi senza gli occhiali, sono i PNG (personaggi non giocanti) stanno sullo sfondo e ripetono continuamente una sequenza di azioni e frasi.

Guy è uno di questi PNG, ma ad un certo punto succede qualche cosa d’imprevisto l’incontro con una ragazza, una ragazza con gli occhiali, Molotov Girl.
Questo incontro cambia qualche cosa in Guy e piano piano non è più solo un codice, ma acquista una consapevolezza.
Questo ovviamente genera una serie di cambiamenti a catena all’interno del gioco.

Molotov Girl è l’avatar di una ragazza Millie Rusk che nella vita reale sta conducendo una battaglia contro il magnate tecnologico, Antwan, padrone del video gioco e che in realtà ha rubato i codici a Millie e al suo compagno Keys.
Millie è il tramite tra i due mondi, l’elemento che porterà a risoluzioni inaspettate.

Il Cast di “Free Guy – Eroe per gioco”

Ryan Reynolds
Guy diventa un “eroe con gli occhiali” nel suo mondo di Free City.

Ryan Reynolds (Guy): Guy è un giovane cassiere; le sue giornate si svolgono e si ripetono sempre uguali, non è un caso che il suo animale di compagnia sia un pesce rosso, di cui si dice la memoria sia molto breve. Anche per Guy all’inizio le giornate si svolgono come per il pesce rosso nella sua boccia di vetro, sempre uguali, ma per lui tutti i giorni nuove.
Però nel personaggio di Guy è nascosto un desiderio, un sogno, l’incontro con la sua ragazza ideale. Questo sogno si materializza con l’incontro con Molotov Girl e sarà questo che lo spingerà verso un’evoluzione, una crescita. Lentamente diventerà un personaggio in grado di prendere le sue decisioni e non di compiere le solite azioni previste dai comandi del gioco.

Jodie Comer
Jodie Comer in un momento in cui interpreta Molotov Girl l’avatar in Free City.

Jodie Comer (Millie Rusk / Molotov Girl): Millie con il suo amico Keys aveva creato un gioco, Free Life, ben diverso da quello che è diventato sotto le direttive di Antwan. Non accetta di arrendersi al furto dei loro codici sorgente.
Anche lei insegue il suo sogno, la sua Free Life; per questo, usando l’avatar di Molotov Girl, entra nel gioco alla ricerca di dove sia stato nascosto il suo codice.
Anche per Millie questa ricerca la porterà ad interagire con quelli che considerava personaggi senza anima e personalità, e questo porterà anche per lei un cambiamento. Infatti diventerà importante non solo, o non tanto, scoprire il famoso codice, ma anche assicurare ai PNG il mantenersi del loro mondo, o meglio un mondo nuovo dove possano fare ciò che vogliono.

Altri interpreti: Joe Keery (Walter “Keys” McKeys), Utkarsh Ambudkarr (Mouser), Taika Waititi (Antwan) Lil Rel Howery (Buddy), Britne Oldford (Barista), Mike Devine (Poliziotto Johnny).
Nel film sono presenti diversi cameo di giocatori e streamers; compaiono inoltre l’attore Chris Evans, la conduttrice Lara Spencer di Good Morning America e il conduttore Alex Trebek di Jeopardy!, tutti nel ruolo di se stessi.

Il trailer di ” Free Guy – Eroe per gioco ”

Le impressioni di zia Elena

“Free Guy” è un film dedicato ad una fascia di età già più matura, direi ad una fascia già adolescenziale che sicuramente è molto a contatto con questo tipo di realtà di video giochi.

Un film che in qualche modo ci richiama un po’ le tematiche di “Truman show”, qualche cosa di “Matrix” e forse anche un pizzico di “Jumanji”.

Spunti interessanti riguardo alla divisione nel video gioco tra i player, gli eroi con gli occhiali che possono fare tutto ciò che vogliono e i PNG che percorrono sempre le stesse strade, gli stessi comportamenti, decisi da altri, come un gregge privo d’importanza.
Viene abbastanza immediato il confronto con analoghe divisioni nella vita reale.

Abbiamo il contrasto tra il cattivo di turno, Antwan, preoccupato solo di di individuare quelle caratteristiche che gli assicureranno la popolarità immediata e quindi il guadagno facile e il potere. Poco importa se questo avviene anche rubando le idee di altri.
In opposizione c’è Millie che non accetta il sopruso, il furto delle idee, il rinunciare alla sua idea di un video gioco, ma non è solo un gioco è un idea di vita, non improntato al combattimento e sopraffazione, ma alla libertà di scegliere ciò che più ci piace.

In mezzo abbiamo Walter “Keys” McKeys, il compagno di Millie che dopo aver creato con lei il loro Free Life, accetta di lavorare per Antwan perché è uno di quei soggetti disposti a credere nella buona fede degli altri e nello stesso tempo forse anche insicuro delle sue idee.

Dove vedere ” Free Guy – Eroe per gioco ”

Ecco il link per vedereFree Guy – Eroe per giocosu Disney+.


La nostra recensione


Free Guy
0
Bello
85100
Pro

Uno sviluppo interessante ed originale del mondo dei video giochi e dei rimandi a quella che è la vita reale

Interessante cogliere la differenza che c'è tra il "fare tutto ciò che vogliono" degi eroi con gli occhiali di Free City e il "fare ciò che ci piace dei PNG di Free Life

Contro

L'uso di un linguaggio un po' troppo da adepti quasi di una setta e alcune spiegazioni e passaggi un po' frettolosi e traballanti rendono, in alcuni momenti, difficoltoso e confuso il racconto.

0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina