In lettura
La signora del martedì – Mistero, comicità, tragedia.
Scuro Chiaro

La signora del martedì – Mistero, comicità, tragedia.

La signora del Martedì

“La signora del martedì”, di Massimo Carlotto al Teatro Franco Parenti.
Nasce come romanzo questo “La signora del martedì” e, come spesso accade con i romanzi di Massimo Carlotto per mezzo del suo intervento, visto che è anche drammaturgo e sceneggiatore, ecco che giunge anche sulle scene.

La signora del Martedì
Il cronista Pietro Maria belli minaccia “il signor Alfredo”

La trama di “La signora del martedì.

Una misteriosa signora, conosciuta solo come Nanà, da nove anni si presenta ogni martedì nella piccola pensione Lisbona.
La Pensione Lisbona, che ha conosciuto giorni migliori, gestita da “il signor Alfredo“,

inequivocabilmente una bella donna

oggi ha un solo cliente che vive lì da quindici anni, Bonamente Fanzago, , attore porno al tramonto, che nei periodi di magra aveva fatto e fa anche il gigolò.
La misteriosa Nanà si presenta tutti i martedì per comprarsi un ora d’amore con Bonamente.

La signora del martedì
Un ora di sesso senza coinvolgimento, questo cerca Nanà

Ma un giorno si presenta alla pensione uno strano personaggio, apparentemente capitato li per caso, scacciato da casa dalla moglie.
Ben presto si scoprirà che in realtà è un giornalista di cronaca, Pietro Emilio Belli. Un uomo senza scrupoli, in cerca della ” storia”, disposta a far riemergere un passato oscuro e sanguinoso della misteriosa Nanà.

L’irruzione di questo personaggio crea uno scompiglio gravido di tragiche risoluzioni perché non è solo Nanà ad avere degli oscuri segreti da celare.

L’evoluzione e la risoluzione sarà tragica e sorprendente.

Il cast di “La signora del martedì

Teresa De Sio
Teresa De Sio è Alfonsina detta Nanà

Giuliana De Sio (Alfonsina Malacrida, detta Nanà): signora distinta, decisa che va dritta al punto senza giri di parole. Appare inizialmente una donna quasi fredda, anaffettiva, ma presto escono, altre sfaccettature di Nanà. Nanà che in realtà si chiama Alfonsina. Alfonsina che è anche una donna dei quartieri bassi, abbandonati, dimenticati, un po’ volgare, molto arrabbiata. Alfonsina, Nanà, che conserva l’animo della ragazzina, della bimba con i ricordi dei momenti felici con la sua mamma. Piccola Nanà che presto si scontra con un mondo di uomini bramosi di possederla, usarla.
Tutte queste Nanà e anche qualcun’altra, Giuliana De Sio ci fa passare davanti agli occhi con grande intensità.

Alessandro Haber
Alessandro Haber è Pietro Emilio Belli un giornalista di cronaca

Alessandro Haber (Pietro Emilio Belli): inizialmente un apparente innocuo e anonimo personaggio che però abbastanza rapidamente muta. Inizialmente sembra solo essere un po’ maleducato e volgare, ma poi diviene freddo, cinico, aggressivo, per poi mutare ancora e rivelare un animo lacerato, da sensi di colpa, da un amore disperato. In cerca forse di redenzione o quanto meno di perdono.
Alessandro Haber mescola tutti questi stati d’animo del suo personaggio, vi aggiunge qualche pizzico d’improvvisa apparente follia, qua e là un po’ di bizzarria, qualche lievissimo accenno d’ironia ed ecco un personaggio che alla fine nonostante i suoi molti lati oscuri, non puoi non volergli bene

e con Paolo Sassanelli (signor Alfredo): Alfredo, una bella donna! Un uomo che si è sempre sentito donna, che non ha avuto paura, finché è stato giovane e bella, di mostrarsi come donna al mondo. Alfredo amante del bello che ha sempre fatto tutto per amore. Alfredo apparentemente un po’ svanita, gentile, timorosa, ma che saprà svelare anche una vena di crudele freddezza, quando si tratterà di proteggere la memoria di un suo amore. Riccardo Festa (Bonamente Fanzago): ex attore porno, ormai al tramonto, vive un po’ a carico di Alfredo e facendo il gigolò, ma con un unica cliente, Nanà. E’ un po’ come se fosse un pugile suonato a fine carriera, confuso, indeciso, spaventato dai possibili cambiamenti. Samuele Fragiacomo (il danzatore di tango)


Regia Pierpaolo Sepe
Scena Francesco Ghisu
Costumi Katarina Vukcevic

Produzione Gli Ipocriti Melina Balsamo / Fondazione Teatro della Toscana

Forse ti potrebbe piacere anche…

Trailer di “La signora del martedì

La nostra recensione

Una commedia che inizialmente suscita qualche sorriso, anche qualche risata, ma rapidamente va trasformandosi inizialmente in un giallo, con una storia da scoprire, che in breve diventa dramma, infine tragedia.

La signora del Martedì
C’è un passato che lega Pietro Emilio Belli e Nanà

Storia di vite spezzate. Storia di fallimenti. Storie dove il corpo nella sua fisicità è usato, sfruttato, negato. storie dove lo spirito, l’anima non viene mai vista, riconosciuta, amata.

Storie dove ognuno ha cercato un piccolo angolo, un rifugio dove leccarsi le ferite e poter ritrovare un luogo dove continuare a vivere nel nascondimento, narcotizzando i bisogni del cuore.


Dove vedere “La signora del martedì

La signora del martedì. al Teatro Parenti Sala Grande
dal 7/02/2024 al 18/02/2024

Sito web: www.teatrofrancoparenti.it

INFORMAZIONI BIGLIETTERIA
Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

Pro
Contro
Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
0
In Love
2
Not Sure
1
Silly
1
0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

© 2020 Dejavu. All Rights Reserved.

Torna a inizio pagina