In lettura
La camera azzurra: la recensione!

La camera azzurra: la recensione!

la camera azzurra
la camera azzurra

Debutto nazionale per “LA CAMERA AZZURRA” al Teatro Carcano

  • PRESENTAZIONE 
  • LO SPETTACOLO 
  • IL CAST 
  • CONCLUSIONE
PRESENTAZIONE

Per la prima volta al Teatro Carcano viene presentata LA CAMERA AZZURRA tratta dall’omonimo capolavoro di Georges Simenon.
La regia è firmata da Serena Sinigaglia e l’adattamento teatrale è di Letizia Russo. A comporre un cast di rilievo Fabio Troiano, Irene Ferri,Giulia Maulucci e Mattia Fabris.

LO SPETTACOLO 

Il sipario si apre e lo spettatore viene colpito da una scenografia insolita e ad effetto. Un solo colore domina la scena, l’azzurro. È tutto azzurro tranne un angolo in cui si nasconde un poliziotto, il cui compito è scoprire la verità su due omicidi avvenuti in una provincia francese retriva e giudicante di cui lui stesso sembra essere vittima. Al centro della scena due amanti, entrambi sposati che ripercorrono ogni loro incontro. Una storia pregna di eros e di noir che viene resa con grande naturalezza dagli attori in scena. 

la camera azzurra
IL CAST 

Si contraddistinguono sin dall’inizio Irene Ferri e Fabio Traiano, che interpretano i due amanti Tony e Andrèe esemplari nella resa del loro personaggio. Il pubblico vede sin dall’inizio in scena anche i personaggi del poliziotto e della moglie di Tony, senza però comprenderne a fondo la funzione. Sarà nella seconda parte invece che emergeranno le loro personalità, anch’esse ben connotate e rese tali da Giulia Maulucci e Mattia Fabris. 

CONCLUSIONE 

Uno spettacolo teatrale dal gusto insolito, con una scenografia che, anche se statica, risulta estremamente d’impatto, alcuni giochi di luce che sopperiscono alla mancanza di varie e diverse ambientazioni e un cast davvero eccezionale. 
Una messa in scena davvero ben riuscita.

0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina