In lettura
IL DIO BAMBINO – Raggiungere la maturità è cammino lungo e tortuoso.
Scuro Chiaro

IL DIO BAMBINO – Raggiungere la maturità è cammino lungo e tortuoso.

Il Dio bambino al teatro Carcano

“IL DIO BAMBINO” – di Giorgio Gaber e Sandro Luporini al Teatro Carcano, è un monologo scritto da Giorgio Gaber e Sandro Luporini nel 1993, è il terzo capitolo di una trilogia (gli altri due capitoli sono Parlami d’amore Mariù e Il Grigio) di un particolare percorso della collaborazione Gaber-Luporini di quegli anni.

Il Dio bambino
Il Dio bambino – Urlare la propria rabbia.

Questo monologo appartiene a quello che allora fu definito “teatro d’evocazione” per distinguerlo dall’altro filone del “teatro-canzone”.

La trama di “IL DIO BAMBINO”

Siamo in una sala (bar o balera?) deserta, con tavoli e sedie rovesciati, bottiglie semivuote o vuote e bicchieri, stelle filanti e fiori sparsi a terra dovunque.
La fine di una festa o di una serata.

Fabio Troiano
Il Dio bambino – A volte ci si fa domande su se stessi.

Il protagonista racconta la sua storia d’amore con Cristiana.
Il loro primo incontro in un albergo quando ancora era la donna dell’amico Gilberto, l’esplosione della loro passione, la convivenza, il matrimonio, la nascita del primo figlio,

… una cosa meravigliosa più per lei che per me

così afferma il nostro protagonista, mostrando ancora la sua infantile concentrazione su di sé.
E poi le crisi, l’allontanamento, i tradimenti, i silenzi finché di fronte ad una seconda gravidanza, inizialmente segnata da un maggior distacco tra loro e quasi un suicidio di lei, al momento della nascita giunge finalmente ad una vera comprensione del senso del proprio agire.
Raggiunge finalmente la maturità e la condivisione con la propria donna.
Trova infine la sua dimensione adulta.

Tutte le diverse tappe di questa storia d’amore sono punteggiate e sottolineate da frammenti di canzoni di Gaber.

Il cast di “IL DIO BAMBINO”

Fabio Troiano
Fabio Troiano racconta la sua storia d’amore.

Fabio Troiano: attore che spazia su tutti i campi. Noto come volto televisivo di svariate fiction ed anche conduttore della prima edizione di The Voice.
Attore in diversi film e anche nel teatro.
Nel 2011 interpreta il ruolo che di Domenico Modugno e Massimo Ranieri in Rinaldo in campo.

Qui si aggira solo: narrando, confrontandosi con se stesso, ricostruendo incontri e dialoghi che si rivelano spesso divertenti.
Si sdoppia nei diversi personaggi. Riflette, desidera, si autogiustifica, si prende meschine rivincite, finché raggiunge una maturità da uomo adulto.

Regia: Giorgio Gallione
Scene e costumi Lorenza Gioberti
Disegno luci Aldo Mantovani
Produzione Nidodiragno/CMC
con il contributo di Comune di Barletta/Teatro Curci
in collaborazione con Fondazione Giorgio Gaber e Teatro Pubblico Pugliese

Il trailer di “IL DIO BAMBINO”


La nostra recensione


Si tratta di una storia semplice e comune.
Una storia d’amore come ve ne sono molte.
Raccontata dal punto di vista dell’uomo.

Il Dio bambino
Il dio bambino – A volte invece ci si sente soli ed abbandonati.

È un testo divertente, comico, ma che mette in luce, la crisi di mezza età di un uomo, il suo rimanere in una eterna adolescenza, la sua fatica ad assumersi responsabilità.
Racconta di una sorta di autocompiacimento a rimaner bambino e della fatica di divenire adulto, di raggiungere finalmente con la propria compagna una condivisione.

Forse ti potrebbe piacere anche…
L'interpretazione dei sogni

Dove trovare i biglietti

IL DIO BAMBINO

13/04/2023 al 16/04/2023

Sito web: https://www.teatrocarcano.com/

https://biglietti.teatrocarcano.com

INFORMAZIONI BIGLIETTERIA

Corso di Porta Romana, 63 – Milano 
Biglietteria aperta tutti i giorni dalle ore12:30 alle ore 18:30 e a partire da un ora prima dell’inizio degli spettacoli.

Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

© 2020 Dejavu. All Rights Reserved.

Torna a inizio pagina