In lettura
La prima pietra: una frana comincia sempre da un semplice sasso.

La prima pietra: una frana comincia sempre da un semplice sasso.

Il film La prima pietra

Film del 2018 “La prima pietra” è visibile su Netflix ed anche, con una formula a noleggio  su Amazon Prime Video.

Il film è tratto da un testo teatrale di Stefano Massini, che ha contribuito all’adattamento e sceneggiatura del film. Stefano Massini, di cui abbiamo spesso parlato in occasione dell’ultima puntata della trasmissione “Ricomincio da Rai3”, noto autore di teatro, di cinema e sceneggiatore, per questo film ha avuto anche la nomination ai Nastri d’Argento 2019 per la miglior sceneggiatura.

Si tratta di una versione ambientata nel mondo della scuola di un tema già portato sul grande schermo con “Carnage“, che era a sua volta l’adattamento dell’opera teatrale di Yasmina Reza, Il dio del massacro.

Lo spunto è un atto di violenza apparentemente ingiustificato, compiuto da un minore insospettabile. Da cui originano una serie di comportamenti degli adulti ancor più insospettabili e inaspettati.

La trama di La prima pietra

Siamo in una scuola elementare, in una normalissima giornata scolastica alla vigilia delle vacanze natalizie.
Il preside Ottaviani è tutto preso dall’allestimento della recita natalizia che lo coinvolge in modo molto personale.
Accade “il fatto”: un bambino durante l’intervallo nel cortile della scuola, lancia senza apparente motivo un pietra rompendo una vetrata e quel che è più grave coinvolgendo e ferendo una coppia del personale non scolastico, il custode e la moglie bidella. Fatto che renderà ancor più difficoltoso tutto il processo successivo, il bambino è di origini marocchine e musulmano.
Il preside convoca i genitori del piccolo Samir, in realtà verranno la madre e la nonna del piccolo, le vittime il custode e la moglie e la maestra del bambino, per stabilire l’entità e la modalità di rimborso dei danni.
Da qui un escalation di recriminazioni, prese di posizioni, accuse, sospetti, pregiudizi, rivendicazioni… dove andremo a finire?

Cast di La prima pietra

I due protagonisti Guzzanti e Mascino hanno ricevuto per i Nastri d’Argento 2019, la nomination come miglior attore e miglior attrice di commedia

Corrado Guzzanti è il preside Ottaviani nel film La prima pietra
Il preside Ottaviani cerca di riconciliare le parti ofeese

Corrado Guzzanti (preside Ottaviani), è un preside della scuola d’oggi, alle prese con le istanze e le richieste degli insegnanti, in contrasto con le richieste dei genitori.
Il suo desiderio è realizzare una classica recita pre-natalizia, ma oltre a dover fare i conti con un budget risicato, deve anche barcamenarsi con le odierne richieste di integrazione, inclusione di usanze e religioni diverse. Vorrebbe essere diplomatico e trovare una via che accontenti tutti, ma la strada è improba

Lucia Mascino
Lucia Mascino è la maestra Roversi, vegana, new age e dedita a pratiche esoteriche.

Lucia Mascino (la maestra Roversi): molto new age, esoterica, nonché vegana. Cerca ostinatamente di vedere il buono, il positivo e il bello in chiunque ed in qualunque cosa, salvo poi, quando viene messa sotto giudizio, spalancare un mondo di odi e rancori.

Serra-Yilmaz-Kasia-Smutniak mamma e suocera in La prima pietra
Yilmaz e Smutniak, la nonna e la mamma del piccolo Samir.

Serra Yilmaz (Fatima Hatab, nonna di Samir): non convocata, non richiesta, questa nonna si è autoinvitata e non se ne lascia scappare una. Pungente, sarcastica, diretta, non risparmia nessuno con i suoi giudizi.

Gli altri interpreti del film: Kasia Smutniak (signora Hatab, mamma di Samir), Valerio Aprea (custode Marcello), Iaia Forte (bidella Loretta), Caterina Bertone (Laura, la segretaria), Lorenzo Ciamei (Samir), Gabriele Paolucci (Fabrizietto).)

Il trailer di La prima pietra

Dove vedere La prima pietra

Ecco il link dove vedere “La prima pietra” su Netflix e su Amazon Prime Video.


La nostra recensione


La prima pietra
0
Bello
80100
Pro

si sorride, si ride anche, ma con tanto amaro in bocca.

In particolare Guzzanti, Mascino e Ylmaz sono perfetti nel loro personaggio! Chi di noi può dire di non aver incontrato almeno una volta personaggi come il preside o la maestra o la nonna?

Ancora una volta i bambini guardano sgomenti il mondo incongruente degli adulti.

Contro
0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina