In lettura
Il magico scuolabus riparte: Sempre in orario! – Il telecomando della zia Elena

Il magico scuolabus riparte: Sempre in orario! – Il telecomando della zia Elena

il magico scuolabus
il magico scuolabus

Il magico scuolabus riparte – imparare viaggiando

Il magico scuolabus riparte è una serie televisiva a cartoni animati educativa per bambini del 2017.

Il film è un sequel della serie Allacciate le cinture! Viaggiando s’impara-Il magico scuolabus, di produzione statunitense canadese, andata in onda nel 1995 su Canale5.

Il magico scuolabus riparte: sempre in orario è l’ultimo episodio disponibile su Netflix dal 26 dicembre.

LA TRAMA

In questi corti filmati, del Magico scuolabus riparte Miss Frizzle con l’aiuto del magico scuolabus, porta la sua scolaresca in avventurose scorribande piene di scienza e di divertimento.

Anche in questo episodio del Magico scuolabus riparte: sempre in orario, partiranno per una gita attorno al mondo, ma anche intorno al tempo.

Infatti siamo all’ultimo dell’anno e gli alunni assistono al concerto di una pop star e poi salendo alle 23 sullo scuolabus, partono per la successiva destinazione procedendo in senso contrario alla rotazione terrestre, tornando apparentemente indietro nel tempo ed assistendo nei diversi paesi al concerto di fine anno.

Ovviamente questo viaggio è l’occasione per spiegare alla vivace scolaresca i fusi orari e l’adozione di diverse disposizione nei vari paesi per motivi economici e di comodità.

Durante questo viaggio dei ragazzi e il loro magico scuolabus, accadono ovviamente imprevisti e sorprese che obbligano i ragazzi ad ingegnarsi per comprendere e trovare una soluzione.

Il Magico scuolabus ha un problema, deve fare l’aggiornamento del suo magico programma che gli permette di trasportare con i più diversi mezzi i ragazzi della scolaresca.

Di solito effettua questo aggiornamento l’ultimo dell’anno allo scadere delle 00.00, dopo aver fatto un backup del programma vecchio che di solito ha luogo alle 23.

Il problema è che con questo continuo spostarsi al fuso orario precedente non riesce ad effettuare questo procedimento e questo fa si che i diversi programmi non funzionino a dovere, creando continui pasticci non poco preoccupanti.

.

Per aiutare il magico scuolabus e riuscire a tornare sani a salvi a casa, i ragazzini devono mettere in pratica quello che hanno imparato durante il viaggio sui fusi orari.

Infatti a causa di questi malfunzionamenti finiranno per trovarsi al Polo Sud, questo grave errore di spostamento si rivelerà alla fine utile per risolvere il malfunzionamento del magico scuolabus.

Naturalmente durante questo breve, ma lungo viaggio, ci sono diversi momenti musicali con canzoni che hanno sempre lo scopo di aiutare la comprensione dei concetti.

LE IMPRESSIONI DI ZIA  ELENA

Il magico scuolabus riparte: sempre in orario appartiene a quelle serie didattiche per bambini.

E’ sempre una buona operazione cercare d’insegnare i fatti del mondo partendo dall’esperienza.

Ancora di più è un  ottimo aiuto e supporto aiutarsi anche con musiche e canzoni che chiariscono il concetto.

Le musiche le ho trovate gradevoli e simpatiche, con un buon ritmo.

Trovo però che questo episodio, per come è strato strutturato, crei piuttosto un po’ di confusione, anziché chiarire l’argomento.

Infatti il continuo uso di strane magie, trasformazioni senza un gran significato finiscono per confondere le idee, distraendo dalla problematica.

Trovo inoltre che un cartone che vuole insegnare fatti scientifici, non può esagerare in fatti inspiegabili  o magici.

Considerati gli argomenti trattati si presume che il cartone si rivolga a bambini di età scolare, quindi sufficientemente in grado di comprendere spiegazioni di fatti scientifici senza ricorrere a magie immotivate.

Insomma posso dire che il principio di partire dall’esperienza ed il metodo di usare il gioco e la musica per fare un informazione scientifica abbordabile per dei bambini, sono sicuramente validi, ma la modalità e la sceneggiatura scelta è un po’ troppo puerile ed infantile.

IL VOTO: 6

LEGGI ANCHE
0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina