In lettura
Il drago dei desideri – Un genio della lampada versione asiatica – Il telecomando della zia Elena!
Scuro Chiaro

Il drago dei desideri – Un genio della lampada versione asiatica – Il telecomando della zia Elena!

Il drago dei desideri

“Il drago dei desideri”, è il nuovo prodotto della Sony Pictures Animation, già produttrice di “Spider-Man: un nuovo universo” e di “I Mitchell contro le macchine”, di cui vi abbiamo parlato non molto tempo fa.
Anche questo film è disponibile su Netflix dall’11 giugno.

Forse la trama non è una novità assoluta, ricorda infatti il classico racconto di Aladino.

Questo in realtà solo nella fase di iniziale, perché in seguito si sviluppa con temi più originali e non scontati.
Comunque ben realizzato e con un buon ritmo è sicuramente molto accattivante.

La trama di “Il drago dei desideri”

Siamo nella Shanghai dei giorni nostri: due ragazzini Din e Li Na, famiglie povere che vivono nelle parte più periferica e popolare della città. Divengono grandi amici e si giurano fedeltà alla loro amicizia per sempre.
Il padre di Li Na vuole migliorare la loro posizione, disposto a fare il grande salto per migliorare il loro stato sociale ed entrare a far parte dei mondo di quelli che contano, si allontanano quindi dal quartiere.

Il drago dei desideri
Il drago dei desideri – Din e Li Na sono ormai ragazzi.

Dieci anni dopo Din è uno studente universitario che si arrangia con lavoretti per mettere da parte i soldi per un grande sogno. Din non ha dimenticato la sua amica e ora che è diventata molto ricca ed importante, farà una grande festa di compleanno per i suoi 19 anni, Din vuole esserci e ritrovare la loro amicizia.

E’ qui che entrano in scena una vecchia teiera, che non è una semplice teiera, al suo interno vi è un… drago dalle sfumature lilla, pronto ad esaudire tre desideri a colui che è in possesso della teiera.
Entrano in scena anche dei misteriosi e loschi individui a caccia anche loro della portentosa teiera, per conto di un misterioso mandante.

Din e Li Na ritroveranno la sintonia e l’incanto della loro amicizia di bambini?
O le differenze di classe, gli obblighi verso le attese dei loro genitori saranno un ostacolo insormontabile?
Il Drago dei desideri potrà essere d’aiuto per realizzare il desiderio di Din?
O forse anche il Drago dovrà rivedere qualche sua certezza?

Il trailer di “Il drago dei desideri”

Le impressioni di zia Elena

Film molto gradevole.
Potrebbe sembrare che l’argomento principale sia il valore dell’amicizia.
Din infatti è rimasto fedele alla sua promessa fatta da bambino con Li Na, di essere amici per sempre, ma è anche qualche cosa di più.
Din appare un giovane per certi aspetti molto saggio, studia, fa dei lavori di consegna per guadagnare un po’ di soldi, è gentile e cortese con tutti. Una frase che ripete spesso è “Faccio del mio meglio”.

Forse ti potrebbe piacere anche…
Hazbin Hotel Prime Video recensione

Credo che il tema, il fil rouge, la domanda principale a cui in fondo sono chiamati a rispondere tutti i personaggi del film, Drago dei desideri compreso, è: “cosa desidero veramente? Qual è la cosa più importante per me da ottenere? Cosa voglio veramente raggiungere? Cosa conta davvero nella vita?

Domande non da poco, domande che l’uomo si pone da millenni.

Dove vedere “Il drago dei desideri”

Ecco il link per vedereIl drago dei desideri su Netflix.


La nostra recensione


il drago dei desideri
0
Bello
85100
Pro

Un film d'animazione che sebbene pensato per i ragazzini, diciamo in età pre adolescente, interroga e fa riflettere anche gli adulti.

In un mondo votato all'accumulo, al possesso e all'apparenza, fa sempre bene ricordare che alla fine amicizia e condivisione arricchiscono di più.

Uno spunto anche sull'essere padri e madri; sul saper indicare il percorso, ma non tracciarlo già in anticipo, sul saper ascoltare e a volte anche imparare dai figli.

Contro
Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
1 commento

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

© 2020 Dejavu. All Rights Reserved.

Torna a inizio pagina