In lettura
Addio a Monica Vitti: un’icona del cinema italiano ci lascia oggi a 90 anni.

Addio a Monica Vitti: un’icona del cinema italiano ci lascia oggi a 90 anni.

Monica Vitti morte

Il segreto della mia comicità? La ribellione di fronte all’angoscia, alla tristezza e alla malinconia della vita.

Monica Vitti

Monica Vitti ci lascia oggi, 90 anni compiuti il 3 novembre scorso e a darne notizia è il marito Roberto Russo. Da tempo combatteva contro una malattia neurodegenerativa, simile all’Alzheimer, che l’aveva portata a ritirarsi a vita privata.

Nel 2001 la sua ultima apparizione in pubblico quando ricevette il David di Donatello al Quirinale.

Monica Vitti
Monica Vitti regina incontrastata del cinema italiano.

Chi era Monica Vitti

La mia giovinezza è il periodo che ricordo più spesso, anche se non è stato facile, ma pieno di parole che si confondevano con il teatro.

Monica Vitti
Monica Vitti
Monica Vitti una voce e un talento indimenticabili

Da sempre la grande ispiratrice dei film di Michelangelo Antonioni è da considerarsi la regina inimitabile della commedia italiana affiancando, in moltissime produzioni, un altro mito indimenticabile quale Alberto Sordi.

Un’attrice dalle mille sfaccettature, non affronta solo il mondo della commedia, ma calca anche i palcoscenici con importantissimi ruoli drammatici tratti di capolavori di Shakespeare e Moliere, ma nello stesso tempo come non ricordarla nella serie di commedie dedicate al Signor Bonaventura che fu un personaggio dei fumetti amatissimo e indimenticabile.

Come non ricordare la sua caratteristica voce roca e la grande energia che l’hanno resa inconfondibile per una carriera durata più di cinquanta anni con successi e collaborazioni internazionali.

Monica Vitti
Monica Vitti: una carriera costellata da grandi riconoscimenti.

Un percorso artistico quello di Monica Vitti costellato da numerosissimi e importantissimi premi tra cui cinque David di Donatello come migliore attrice protagonista (più altri quattro riconoscimenti speciali), tre Nastri d’argento, dodici Globi d’oro (di cui due alla carriera), un Ciak d’oro alla carriera, un Leone d’oro alla carriera a Venezia, un Orso d’argento alla Berlinale, una Concha de Plata a San Sebastián e una candidatura al premio BAFTA.

Il ricordo di Carlo Verdone.

“Monica Vitti ci lascia e con lei se ne va un’attrice di immenso spessore, gran carattere e forte personalità. In un cinema tutto o quasi al maschile lei ed Anna Magnani hanno rappresentato il talento femminile ai massimi livelli. Perfetta e credibile sia nel drammatico che nella commedia lascia un’eredità dura da colmare. Tutte le giovani attrici dovrebbero studiare le sue interpretazioni. Ne trarrebbero una grande, immensa lezione”. “Nella sua lunga malattia ha avuto accanto un uomo ammirevole, eccezionale: Roberto Russo. A lui il mio abbraccio più sincero e forte. Grazie Monica per tutto quello che ci hai dato. Nella risata e nella riflessione”.

0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina