In lettura
TILT spettacolo di “Le Cirque Top Performers” arriva a Bergamo. Grandi emozioni raccontate dal suo fondatore Gianpiero Garelli.
Scuro Chiaro

TILT spettacolo di “Le Cirque Top Performers” arriva a Bergamo. Grandi emozioni raccontate dal suo fondatore Gianpiero Garelli.

Tilt

Una performance unica ed emozionante, al tempo stesso elettrizzante e romantica con un impronta molto rock!

TILT per la prima volta a Bergamo.
I meravigliosi artisti della compagnia LE CIRQUE TOP PERFORMERS sono pronti per presentare questo loro nuovo spettacolo di enorme successo.

Liberamente ispirato al film capolavoro READY PLAYER ONE di Steven Spielberg, TILT rilegge il mondo virtuale e offre al pubblico un’inedita interpretazione dei valori del mondo reale, tra esibizioni soliste e corali, che tendono oltre i limiti delle possibilità umane e che esaltano Amicizia, Alleanza, Verità, Amore. Il tutto con l’introduzione di nuovi elementi come la narrativa, espressa attraverso il movimento, il linguaggio del corpo e poi danza e musiche coinvolgenti. 

Per il pubblico l’appuntamento è al Creberg Teatro Bergamo, con tre spettacoli in programma: venerdì 14 e sabato 15 aprile alle ore 21e domenica 16 aprile alle ore 17. 

I “grandi numeri” di Tilt


Ideato e prodotto da LE CIRQUE TOP PERFORMERS che, con il primo spettacolo ALIS ha richiamato oltre 260.000 spettatori in Italia e all’estero, TILT è la nuova produzione che ha debuttato a fine 2019 ed è tornata in scena dal 2 dicembre all’8 gennaio scorso nei prestigiosi teatri di Grosseto, Genova, Padova, Milano, Trieste e Firenze, inanellando ripetuti sold out.
Dal debutto, lo spettacolo è stato accolto con grande entusiasmo da oltre 40.000 spettatori e promosso a pieni voti dalla critica, che ha definito LE CIRQUE TOP PERFORMERS “Una compagnia di grandi artisti supportata da scenografie originali e una direzione artistica attenta e competente. In TILT tutto è dosato alla perfezione”.

Il cast di Tilt
Il cast di Tilt

Un cast di eccellenza formato da oltre 20 artisti dal Nouveau Cirque e anche dal Cirque du Soleil, che presentano numeri aerei e a terra che incantano e tengono con il fiato sospeso. 
Uno spettacolo di oltre 90 minuti senza interruzioni esenza usare animali. 

La Direzione Artistica di Tilt

Gianpiero Garelli, fondatore e guida del progetto Le Cirque WTP, coadiuvato da Onofrio Colucci, Senior Artistic Director, hanno scelto Anatoliy Zalevskyy nel ruolo di Direttore Artistico di TILT.
Acclamato in tutto il mondo è un artista di spicco e di caratura mondiale del Nouveau Cirque e del Cirque du Soleil.
Ha vinto i premi internazionali più ambiti, tra cui il Clown d’Oro al Festival Internazionale del Circo di Monte-Carlo. Il suo Paese d’origine lo ha insignito del più alto riconoscimento istituzionale: Artista Onorario dell’Ucraina.
Ha fondato prima un centro di formazione destinato ai giovani per l’educazione e l’insegnamento delle arti circensi e poi ha creato il collettivo Rizoma, dal quale ha selezionato gli artisti che completano il super cast di TILT.
E anche Anatoliy Zalevskyy è protagonista in scena con il suo celebre e spettacolare White Act, il numero che lo ha consacrato e stella mondiale e che lo ha fatto diventare un esempio e fonte d’ispirazione per le nuove generazioni di acrobati.

Quattro chiacchiere con Gianpiero Garelli

Quando si parla di Circo spesso, nella mentalità delle persone si pensa a uno spettacolo per bambini. Questo invece è un “Circo che va oltre il Circo”.
Il Circo contemporaneo che è stato creato da Guy Laliberté assieme al grande Franco Dragone che ha firmato i primi due spettacoli “Alegria” e “Saltimbanco” ha dato una strada nuova al circo concepito come un insieme fattori che vanno a creare una completa armonizzazione tra luci, suoni, coreografie, balletti, sincronismi, transizioni e cosa importantissima il fatto che non si usino più gli animali.
Non ci sono più presentatori ma esiste un file rouge che non è una storia in termini didascalici e spesso viene tratto da film famosi come nel caso di Tilt.
Chi conosce il film comprenderà ovviamente di più le nostre scelte di personaggi, di battute o momenti che lo richiamano ma anche chi non lo ha visto lo comprende perfettamente perché se lo interpreta a modo suo.
Noi dobbiamo fare in modo che la gente viva l’esperienza ed è bello vedere le diverse “letture” che poi escono dai commenti del nostro pubblico a fine show.

Adrenaline Troup- Tilt
Adrenaline Troup

In “Tilt” ci sono 20 artisti che arrivano da realtà importantissime e famosissime. Come è stata fatta la scelta?
È intrinseca nel mio progetto e nel nome che ho voluto dare a questa compagnia ovvero “Top Performers”.
Ho iniziato parlare con il Cinque du Soleil nel 2013 e poi nel 2015 ho chiesto di poter creare una mia compagnia attingendo a quelli che sono stati grandi performer che hanno fatto grande il circo contemporaneo in generale ma che non hanno più la forza fisica e la voglia d sottoscrivere contratti da 330 spettacoli all’anno.
Ho così creato una condizione a cui molti di loro hanno aderito con grande piacere perché facciamo tour mediamente di 2/3 mesi poi periodi di relax e si riprende.
Tutto questo mi ha permesso di convincerli a entrare a far parte della nostra compagnia quando non eravamo nessuno e oggi siamo riconosciuto come la più grande compagnia a livello europeo, l’unica che ha 120 artisti al suo attivo e tre spettacoli che ruotano in contemporanea.

Hai fatto anche una scelta importante per la direzione artistica di Tilt.
È venuta spontanea. Anatoliy Zalevskyy era in “Alis” e quando abbiamo deciso di fare un secondo show abbiamo subito pensato al suo collettivo di ragazzi che ha cresciuto in Ucraina ritenendoli le figure perfette per quello che ci immaginavamo di fare in Tilt che prende spunto da “Ready Player One” film che mette in contrapposizione il mondo virtuale con quello reale che è andato in rovina.
Lui ha accettato con grande piacere.

Hai parlato di giovani. Quanto abbiamo bisogno anche in Italia di formare artisti per questi meravigliosi spettacoli che intraprendano lo studio di queste discipline?
In Italia c’è stata una grande tradizione di circo tradizionale, pochissima di circo contemporaneo quando invece abbiamo e abbiamo avuto dei grandi Maestri tra cui Franco Dragone che è stato la vera fortuna del Cinque Du Soleil.
Quello che ci manca è una base e ora ti do una anteprima assoluta: nel mio progetto c’è la realizzazione, a breve, dell’ Accademia Europea del Circuito Integrato.

Noemi Beauchamp
Noemi Beauchamp

Info e biglietti.

Teatro Creberg Bergamo 
Via Pizzo della Presolana – Bergamo

http://www.crebergteatrobergamo.it 

Forse ti potrebbe piacere anche…
Hauser - Rebel with a Cello

Biglietteria
Via Pizzo della Presolana, 24125 – Bergamo
Tel.: +39 035 34.34.34

biglietteria@crebergteatrobergamo.it

Orari di Apertura: da mercoledì a sabato dalle 13.00 alle 19.00.

Il giorno dello spettacolo la vendita apre 1 ora prima dell’inizio

Biglietteria on-line: www.ticketone.it Pagamento possibile attraverso le carte di credito dei circuiti Visa, Mastercad, Maestro, American Express, Diners e PayPall

Punti vendita: Fiera di Bergamo – Via Lunga Bergamo Tel. 035.3230911;MediaWorld c/o Orio Center – Tel. 035.42.11.111

Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

© 2020 Dejavu. All Rights Reserved.

Torna a inizio pagina