In lettura
COUVERTURE: dalla classica al pop per cover dalle grandi emozioni. Il nuovo singolo “Cenere”. Intervista esclusiva. 
Scuro Chiaro

COUVERTURE: dalla classica al pop per cover dalle grandi emozioni. Il nuovo singolo “Cenere”. Intervista esclusiva. 

Couverture

Couverture, arriva in tutti gli store digitali con CENEREil celebre brano sanremese del rapper Lazza, con una sua splendida reinterpretazione violinistica.
La musicista siciliana Lidia Randis, in arte Couverture, conquista il pubblico con le reinterpretazioni al violino dei grandi successi della musica italiana.
Il progetto è nato in collaborazione con Giuseppe Fisicaro, di cui vi abbiamo parlato in un’ interessante intervista poco tempo fa, produttore e fondatore dell’etichetta Digital Noises

Come nasce il progetto Couverture

“Ho scoperto Lidia come violinista di alcuni progetti che conoscevo e eventi live che realizza – spiega Giuseppe.
Ne ho subito percepito il talento e ho voluto iniziare con lei questo progetto, partendo dalla produzione di basi di cover che diventassero solo strumentali, con lei e il suo violino al centro del progetto.

Couverture e la sua rivisitazione del brano "Cenere" di Lazza
Couverture: una violinista tra classico e pop

Esistono molte case histories di successo all’estero di progetti di questo tipo, volevamo lanciarne una in Italia e siamo fiduciosi di costruire una audience che possa amare il progetto Couverture. Stiamo lavorando ad un altra cover ma presto lanceremo alcune brani inediti che sto componendo affinché Lidia possa scrivere la parte di violino”.

Conosciamo meglio Couverture

Lidia Randis, violinista laureata presso l’Istituto musicale Vincenzo Bellini di Catania, inizia il suo percorso di studi all’età di 9 anni partecipando sin da subito a concerti e ad eventi musicali locali e regionali.
Prendendo parte all’ OGIB (orchestra giovanile dell’istituto Bellini), all’Haffner orquestra, e a diversi altri gruppi musicali, ha avuto modo di suonare in diversi teatri prestigiosi, tra cui il teatro Massimo di Catania e il Palacultura di Messina.
Tra i concerti spiccano anche quelli per personaggi importanti come quello in onore del grande F. Battiato, L. Dalla, con la presenza dell’ospite Morgan, o il concerto per Telethon con Paolo Vallesi, e ancora un concerto presenziato dal principe di Monaco.

Ha inoltre partecipato a diversi progetti e concorsi musicali ricevendo diversi premi. Durante il suo percorso musicale affianca gli studi universitari alla facoltà di medicina veterinaria.
Si occupa anche di intrattenimento musicale nel settore wedding e riesce ad incuriosire molto il pubblico con il suo spettacolo che mette in risalto il suo violino a led. Il suo repertorio spazia dal classico al moderno.

Quattro chiacchiere con Couverture

Nuovo progetto in collaborazione con Giuseppe Fisicaro dove una violinista si “lancia” nella reinterpretazione di cover pop. Come mai questa scelta?
La scelta nasce dal desiderio di far innamorare di questo genere sia il pubblico degli spettatori del mondo classico che chi ama la musica leggera.
Reinvitare una forma pop di quelli che sono i successi nazionali e internazionali facendo “parlare” un violino, strumento della tradizione classica, in una veste più moderna.
Il primo riscontro di questo mio lavoro è molto buono, molti rimangono davvero estasiati dal suono di questo strumento che è sicuramente il più vicino alla voce umana.

Sempre un po’ difficile rompere le tradizioni e sappiamo che il mondo classico è molto rigido su questo. La tua quindi la si può definire una scelta anticonvenzionale e coraggiosa
Esattamente, soprattutto per quelli che sono i brani più dance e spesso in questi casi uso il violino elettrico per dare una forma più frizzante e bizzarra al brano.

Couverture e Giuseppe Fisicaro
Couverture e Giuseppe Fisicaro

Tu usi anche un violino a led.
Sì, è un nuovo progetto che verrà inserito nel progetto del Tour e che accosterà la forma musicale all’immagine. Si tratta di un gioco di luci led sia col violino che con l’archetto, dove si accostano diversi colori anche in base al suono e alla sua intensità.
Tutto questo per avvicinare molte più persone a questo meraviglioso strumento musicale, che siano giovani o adulti usando diverse modalità.

Tu sei stata scoperta da Giuseppe Fisicaro. Come è avvenuta l’incontro e poi la decisione di fare questo progetto?
Ci siamo conosciuti per caso attraverso altri artisti. Il mondo della musica spesso è fatto di casualità e coincidenze e così nascono progetti dal nulla creandosi anche nuovi rapporti.
Entrambi abbiamo una grande passione per la musica e da parte mia volevo ampliare in qualche modo il panorama musicale e Giuseppe ha accettato questa nuova sfida insieme a uno strumento nuovo come il violino.

Forse ti potrebbe piacere anche…

Non rimarrai solo nel mondo cover ma usciranno anche degli inediti che Giuseppe Fisicaro sta scrivendo per te.
Sì, e questo è stato per me una sorpresa e un onore. Il progetto è partito da cover famosissime, proseguiremo con brani inediti scoprendo sempre nuove forme espressive.

Questa tua scelta musicale, secondo te, quanto può essere di aiuto per portare i giovani ad apprezzare e conoscere il modo della musica classica e, perché no, poi studiarla?
Questa secondo me è una chiave di lettura molto utile per far si che le nuove generazioni si approccio maggiormente al mondo della musica classica.
Imparare uno strumento richiede sempre molte molte ore di studio, ma sicuramente questo approccio più “leggero” può essere una modalità per far si che il percorso sia meno gravoso e faccia nascere la voglia di iniziare a suonare uno strumento.

Il video del brano sta andando molto bene, hai pensato di far arrivare questa tua rivisitazione di “Cenere” a Lazza?
Sarebbe per me un grande onore e chissà speriamo che la cosa accada!

Stai già lavorando a una prossima cover?
Certo noi non stiamo mai con le mani in mano. Non posso spoilerare troppo ma è un brano italiano, moderno che ci aprirà le porte dell’estate.

Il video di “Cenere” di Couverture

Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

© 2020 Dejavu. All Rights Reserved.

Torna a inizio pagina