In lettura
JESSICA BELLINA: “La scrittrice fantasy che non dimentica le tradizioni”. Il nuovo libro “Il lato magico-Il rituale del benandante”. Intervista esclusiva.

JESSICA BELLINA: “La scrittrice fantasy che non dimentica le tradizioni”. Il nuovo libro “Il lato magico-Il rituale del benandante”. Intervista esclusiva.

Jessica Bellina - Il Lato Magico - Il rituale del Benandante

JESSICA BELLINA esce con un nuovo libro ovvero ‘Il lato magico, il rituale del Benandante’.

Ginevra è una giovane ragazza con una normale vita da adolescente, con amici vecchi e nuovi con cui uscire a divertirsi, studiare quel poco che serve giusto per passare l’anno scolastico e con piccoli problemi di cuore tipici dell’età. Tutto sembra scorrere in modo regolare, fino a quando non incontra il bel Logan che le farà scoprire qualcosa che non credeva fosse possibile e che le riporterà alla mente delle cose strane successe tanti anni prima.

Il lato magico - Il rituale del benandante
Il nuovo libro di Jessica Bellina

Attraverso la piccola Ginny, che all’inizio del romanzo è solo una bambina, riusciremo a scorgere nelle profondità di una leggenda. Il libro, infatti racconterà della cosiddetta “Leggenda di Rany”, la quale risulta agli occhi del lettore come una sorta di parola tramandata da famiglia in famiglia, scritta con parole evocative ed immagine suggestive, la quale restituisce tutto il sapore di un ottimo fantasy. Una storia fitta di colpi di scena, dove protagonisti buoni e cattivi intrecceranno la loro sorte con quella della protagonista, il cui destino fino alla fine sarà un punto di domanda.

La sinossi di “Il lato magico – Il rituale del benandante”.

Gemona, Friuli Venezia Giulia. Ginevra è una giovane ragazza con una normale vita da adolescente, con amici vecchi e nuovi con cui uscire a divertirsi, studiare quel poco che serve giusto per passare l’anno scolastico e con piccoli problemi di cuore tipici dell’età. Tutto sembra scorrere in modo regolare, fino a quando non incontra il bel Logan che le farà scoprire qualcosa che non credeva fosse possibile e che le riporterà alla mente delle cose strane successe tanti anni prima.

Conosciamo meglio Jessica Bellina.

Per conoscere meglio la scrittrice Jessica Bellina e scoprire gli altri suoi lavori ti consigliamo di cliccare qui.

Quattro chiacchiere con l’Autrice: Jessica Bellina

Partiamo con il parlare del “Rituale del Benandante”. Perché decidi di appoggiarti a questa storia?
Io sono una scrittrice friulana e il Benandante è una figura che si trova nella nostra regione. Si tratta di una persona che si dice “nata con la camicia” che quindi nelle notti delle tempora ha la possibilità di uscire dal proprio corpo per poter andare a combattere le streghe cattive.
Io ho ripreso questa figura in chiave più moderna e il rituale si vedrà solo al termine del libro e solo al termine del romanzo si scoprirà chi è il Benandante.

Ginny è la protagonista del libro che si scontra con il cugino dato che lei è la parte più sognatrice e lui quella più realista.
Esatto. Il libro inizia con dei flash back sia di Ginevra che di Andrea e poi inizia la storia, tra i due non scorre molto buon sangue. Poi però scopriranno che nonostante tutto c’è qualcosa che li unisce e che va oltre le loro discussioni. Ginny rappresenta un modo diverso di guardare la vita e lo trovo molto bello.

In questa Ginevra c’è qualcosa di Jessica?
Si perché “Il lato magico” è il primo libro che ho scritto a 14 anni anche se Ginevra è molto più coraggiosa di me sia nell’affrontare le cose nuove che i vari problemi adolescenziali tra cui le prime delusioni d’amore, le discussioni famigliari, i problemi scolastici…
Lei è molto temeraria e anche quando ha paura cerca di fare un passo avanti per affrontare le cose anche con i suoi occhi di adolescente.
Ho scelto di lasciare nel libro tutte le sensazioni che ho provato nell’età in cui l’ho scritto e per me è come leggere un diario che mi permette di vedermi cresciuta.

Jessica Bellina
Jessica Bellina, giovane scrittrice friulana tra fantasy e tradizioni.

Tu hai fatto il liceo scientifico, lavori come impiegata… cosa ti porta a buttarti nel mondo della scrittura e in particolare in quella fantasy?
In realtà è successo un po’ per caso. Fin da piccola amavo molto leggere ma non avevo un genere particolare poi ho visto “Il Signore Degli Anelli”, che mi piace davvero tanto, e ho immaginato di trovarmi in alcune situazioni simili e ho iniziato a scrivere un diario.
Ho iniziato scrivendo delle semplici frasi e da li ho continuato ed è uscito “Il Lato magico”.
Amo essere molto libera quando scrivo, mi piace riportare le mie sensazioni e non ho schemi prefissati.

Stai già pensando a un sequel?
In realtà come ti ho detto scrivo da quando ho 14 anni , ho diversi libri pronti e so già come termina la storia di Ginevra. Diciamo che il tutto avverrà in tre/quattro libri.
Ho scritto anche altre storie sempre ambientate in Friuli che è una terra che ha molto da raccontare e il mio progetto è quello che un giorno tutti i diversi protagonisti dei miei racconti si possano incontrare.

Quindi nella tua scrittura fantasy c’è anche un voler dar voce a una terra come la tua di cui non si parla tantissimo, a volte è una parte d’Italia un po’ dimenticata.
Siamo a volte ricordati un po’ tristemente per il terremoto che c’è stato nel ’76 ma in realtà il Friuli è una terra davvero bella. Io la amo molto anche perché sono un amante della montagna, ma abbiamo anche il mare e siamo immersi in tante culture e tradizioni diverse.
Io questo negli hanno l’ho studiato e si vedrà anche nei futuri libri dove cercherò di raccontare al meglio i diversi aspetti della mia splendida Regione.

Dove trovare ““Il lato magico-Il rituale del benandante”.

0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina