In lettura
Il Signor Diavolo: la paura è dietro l’angolo!

Il Signor Diavolo: la paura è dietro l’angolo!

Il Signor Diavolo scena film

Il Signor Diavolo è un film di Pupi Avati del 2019. Il film dura un’ora e 26 minuti e lo si può trovare in streaming su Netflix. Il Signor Diavolo è anche un romanzo dello stesso regista scritto anni prima. Il regista ha dichiarato che con questo film (scritto insieme al figlio ed al fratello) segna il suo ritorno all’horror.

La trama de Il Signor Diavolo

Ci troviamo intorno agli anni 50 del Novecento nei pressi di Roma. Un giovane funzionario, Furio, del ministero di Grazia e di Giustizia, è stato inviato a Venezia per seguire un caso molto raro: Carlo, un ragazzino di quattordici anni, ha ucciso l’amico, Emilio, affermando che quest’ultimo fosse il diavolo.

Questo evento per il governo della democrazia cristiana in quegli anni era certamente uno scandalo nel quale erano tra l’altro coinvolti un sagrestano ed una suora. Il compito di Furio era quindi di condurre l’indagine e trovare elementi che smentiscano il coinvolgimento di essi. Sul treno Furio legge come è andata la storia.

Carlo vive in un piccolo paesino ed è molto amico di Paolino. I due sono inseparabili e frequentano insieme il catechismo del sagrestano Gino che insegna ai bambini a temere il diavolo, ma allo stesso tempo a rispettarlo chiamandolo addirittura Signor Diavolo.

Il Signor Diavolo Gabriele Lo Giudice
Gabriele Lo Giudice in una scena tratta da Il Signor Diavolo

Un giorno al catechismo arriva un nuovo ragazzo: un ragazzo un po’ strano con una dentatura da maiale. In paese si pensava che la madre si fosse accoppiata con un verro selvatico e che Emilio da piccolo avesse sbranato sua sorella neonata per gelosia.

Paolino un giorno si ammala e dopo poco muore. Carlo senza Paolino si sente perso e decide così di avvicinarsi ad Emilio che gli suggerisce di dare un’ostia consacrata al verro per poter sentire nuovamente vicino a lui l’amico Paolino. Carlo lo fa ed infatti sente di nuovo l’amico Paolino.

Poco dopo Carlo inizia ad essere spaventato e racconta tutto ciò che è successo ai suoi genitori che decidono di rivolgersi alla cugina Dolores, una suora, che suggerisce di comprare il maiale, ucciderlo e poi darlo in pasto alle fiamme per esorcizzarlo. Così fanno, ma un giorno tornando a casa Carlo trova suo padre morto per terra con lo stesso fucile con cui aveva ucciso il maiale.

Carlo scopre che Emilio aveva osservato tutta la scena nascosto nell’oscurità e lo aveva accusato di aver ucciso il maiale, così Carlo prende la fionda di Paolino, la tira addosso ad Emilio e lo uccide.

Furio riceve nel frattempo dei canini recisi di un maiale senza capirne il significato: è ormai completamente coinvolto in questa macabra e misteriosa storia. Ce la farà Furio a scoprire chi è Il Signor Diavolo? Esiste veramente Il Signor Diavolo?

Il cast de Il Signor Diavolo

Filippo Franchini in Il Signor Diavolo
Filippo Franchini, nei panni di Carlo de Il Signor Diavolo

Filippo Franchini (Carlo): è il protagonista principale del film. Un ragazzino curioso che commette uno sbaglio del quale poi si pente anche se non ne capisce fino in fondo la gravità. È molto legato a Paolino e farà fatica a superare la sua morte.

Gabriele Lo Giudice foto cast Il signor Diavolo
Gabriele Lo Giudice nei panni di Furio de Il Signor Diavolo

Gabriele Lo Giudice (Furio): è l’inviato che cerca di risolvere il caso. Un ragazzo giovane con un passato alle spalle di un padre che spesso lo maltrattava e che ora non lo riconosce neanche più.

Gabriele Lo Giudice è un giovane attore bolognese il quale nel suo curriculum vanta “Lo zecchino d’oro” del 2019.

Il Signor Diavolo: il romanzo

Il Signor Diavolo è un romanzo dello stesso regista Pupi Avati del 2018. La trama è la stessa, infatti è proprio da questo libro che viene tratto il film e sviluppato lungo tutta la trama. Il libro come il film è stato molto criticato poichè non è un horror.

Il trailer de Il Signor Diavolo


LA NOSTRA RECENSIONE

Il signor Diavolo
0
Scarso
50100
Pro
Contro

Non è un horror: viene spacciato per film horror, ma non c'è mezza scena dove faccia paura;

Non è scorrevole: il film è molto lento e questo lo rende noioso;

L'avvenimento è uno: il fatto che Furio debba cercare di insabbiare il coinvolgimento del sagrestano e della suora è l'unico fatto da portare avanti, e quindi non c'è nient'altro di interessante.

0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina