In lettura
AKIRA: l’opera del maestro Otomo torna nelle sale in lingua originale dopo 35 anni!

AKIRA: l’opera del maestro Otomo torna nelle sale in lingua originale dopo 35 anni!

Akira Otomo anime Nexo digital

Dopo 35 anni dall’uscita di uno dei cult dell’animazione giapponese, che ha dato il via a un genere ripreso in opere del calibro di “Neon Genesis Evangelion“, “Akira” torna nelle sale italiane in lingua originale. Dall’idea del mangaka Otomo e con la collaborazione di Dynit e NexoDigital, questo anime torna in Italia sia in lingua originale che doppiato per raccontare una delle storie più amate del genere sci-fi post apocalittico.

Per gli amanti degli anime, è veramente impossibile non aver mai sentito parlare di questo capolavoro: un’opera degli anni ’90 che tutt’ora ha molto da insegnare ai nuovi mangaka e che è ancora alto nelle classifiche. Non solo i disegni e la storia sono tra le cose migliori di questo film, ma anche lo sviluppo dei personaggi è un film in sè per quanto è stato scritto e sviluppato bene. In aggiunta, vi sono da fare anche i complimenti al comparto audio che rende la visione davvero un’esperienza unica.

Akira
Kaneda e i suoi amici soccorrono Tetsuo dopo l’incidente.

La trama di “Akira

Dopo la terza guerra mondiale, Tokyo è una città distrutta: tra palazzi decaduti a causa dei bombardamenti e i continui scontri tra manifestanti, forze dell’ordine e bande di motociclisti. Una di queste bande è capitanata da Kaneda e i suoi amici, tra i quali c’è anche il suo migliore amico Tetsuo. Durante uno scontro tra gang rivali, Tetsuo si lancia all’inseguimento del capobanda rivale, lasciando indietro i suoi compagni.

Improvvisamente, dopo l’inseguimento e dopo aver battuto il nemico, appare sulla strada un ragazzino che Tetsuo non riesce ad evitare e finisce quasi per investirlo. Questo bambino, però, è diverso da un bimbo normale: è un esperimento del governo e possiede poteri sovrannaturali che respingono la moto del teppista, ferendo il giovane rider. Il piccolo è fuggito dal laboratorio, ma viene ritrovato dall’esercito e riportato indietro insieme a Tetsuo, privo di sensi. Quando il giovane si risveglia si ritrova all’interno del laboratorio dove scoprirà di esser diventato anche lui parte dell’esperimento per trovare un ragazzo in grado di raggiungere lo stesso potere che ha causato la terza guerra mondiale: il potere di Akira!

Kaneda e i suoi amici, però, non accetta ciò che stanno facendo al suo migliore amico e, dopo una serie di varie coincidenze, si unisce ad un gruppo di ribelli che hanno un’obiettivo comune: fermare l’esperimento folle del governo e salvare le piccole cavie. Riuscirà a salvare il suo amico e a salvare la terra da una nuova possibile minaccia di guerra?

Il trailer di “Akira

Dove vedere “Akira

I due film saranno nelle sale italiane il 14 e 15 marzo.


LA NOSTRA RECENSIONE


Un capolavoro assoluto. C’è veramente poco da dire riguardo quest’opera. Non è un caso, infatti, che altri autori successivi abbiano ripreso alcuni temi proposti dal maestro Otomo e che dopo 35 anni ancora viene celebrato. I disegni sono qualcosa di unico nel suo genere, la trama è ottima per chi è amante del mondo sci-fi e post apocalittico.

L’unico difetto che si può riscontrare guardando questo film, se non è tra le prime opere viste di questo genere, è l’idea di guardare un anime già visto, essendo stato poi ripreso da opere più moderne e più accessibili ai novizi del genere. Il mio consiglio è di non viverla in questo modo e di immergersi in uno dei più grandi cult della storia dell’animazione nipponica.

AKIRA
0
Bello
80100
Pro

Storia e sviluppo della trama ottimo.

Colonne sonore eccezionali.

Animazioni e disegno godibili.

Contro

Per i novizi potrebbe sembrare qualcosa di già visto e quindi un pelo rindondante.

0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina