In lettura
Home – A Casa: Dov’è casa? Dov’è famiglia? – Il telecomando della zia Elena!

Home – A Casa: Dov’è casa? Dov’è famiglia? – Il telecomando della zia Elena!

home - a casa

“Home – A casa”, altro film della DreamWorks Animation disponibile su Netflix dal 17 maggio.

Si tratta di un adattamento cinematografico di un romanzo che è stato scritto nel 2007 da Adam Rex, il cui titolo originale è “The true meaning of Smekday”, tradotto in italiano “Quando gli alieni trovarono casa”.

Ancora una volta, come già ci era capitato di vedere nel film “Natale eXtraterrestre”, gli alieni osservano curiosi la nostra Terra e cercano di integrarsi.

La trama di “Home – A Casa”

Abbiamo degli strani alieni, chiamati Boov, con un corpo cilindrico, 4 arti inferiori, 2 braccia, una grossa testa con… due antenne? corna? diciamo propaggini non ben definite.

I Boov sono periodicamente in fuga da un pianeta all’altro, per fuggire dal loro nemico Gorg che li vuole distruggere.
Il prossimo pianeta scelto è la Terra. Quando i Boov giungono trasportano tutti gli umani altrove e si sostituiscono a loro nelle varie dimore e città.
Uno di questi alieni è un po’ particolare, il suo nome è Oh.
Oh è un elemento particolarmente curioso, sensibile e , contrariamente ai suoi simili, molto socievole e desideroso di fare amicizia con chiunque.
Spinto da questo suo desiderio di socializzare propone una festa d’inaugurazione della nuova casa sulla Terra.
Poiché, come avrete capito, Oh è un po’ pasticcione, il suo invito universale segnala la presenza dei Boov sulla Terra, al loro nemico Gorg.

home a casa: Tip e Oh
Tip e Oh in viaggio per ritrovare la mamma.

I Boov sono molto arrabbiati e lo cercano per punirlo, Oh è costretto a fuggire e in questa sua fuga incontra una ragazzina Tip, sfuggita alla colonizzazione dei Boov e che sta disperatamente cercando di ritrovare la madre.

Questa strana coppia, dopo iniziali incomprensioni e scontri, impareranno a conoscersi e anche a volersi bene e…

Riusciranno a ritrovare la mamma di Tip e nello stesso tempo a sfuggire al nemico dei Boov?

Il trailer di “Home – A Casa”

Le impressioni di zia Elena

Un bell’esempio di fantasia e divertimento, mescolati sapientemente con alcuni spunti di riflessione.
Fantasia nell’immaginare le forme di questi alieni, sia dei Boov, ma anche del nemico Gorg, nell’immaginare stranissimi mezzi di locomozione, anche il modo in cui si nutrono questi alieni è decisamente particolare.
All’interno di questo contorno di fantasie troviamo riflessioni sui diversi modi di vivere la famiglia, la vicinanza con i nostri simili, l’amicizia.

Oh si rende conto che forse quello che gli hanno detto dei pianeti e dei popoli che colonizzano, non è tutto così vero; si rende conto che conoscendo direttamente e da vicino le cose e le persone si scoprono nuovi mondi.
Oh scoprirà anche che chi ci sembra un nemico, che sembra volerci distruggere, forse vuole raggiungere cose diverse, forse ha dei validi bisogni o motivi che lo muovono.

Dove vedere “Home – A Casa”

Ecco il link per vedere “Home – A Casa” su Netflix.


La nostra recensione


Home a casa
0
Bello
80100
Pro

Scoprire che ci sono modi diversi di vivere la famiglia e l'amicizia.

Non sempre chi dice di operare per il nostro bene lo sta facendo davvero; non sempre chi sembra volerci distruggere vuole veramente farlo.

Poter avere degli amici con cui condividere dispiaceri, ma anche gioie e divertimenti è una cosa bella per tutti, per gli umani, ma anche, a quanto sembra per gli alieni

Contro
0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina