In lettura
GRAN GALA’ DI TALENTI : danza, recitazione e musical per la riapertura del Teatro Alfieri.

GRAN GALA’ DI TALENTI : danza, recitazione e musical per la riapertura del Teatro Alfieri.

Germana Erba

Venerdì 11 giugno alle 21 HA RIAPERTO il Teatro Alfieri di Torino! Le biglietterie sono operative da aprile ma l’amata sala con le poltroncine rosse nel cuore di piazza Solferino era in attesa di poter riaccogliere gli spettatori.

E’ andato in scena il nuovo “Galà dei Germana Erba’s Talents (G.E.T)”, una serata di musical, danza e teatro con incasso a favore delle borse di studio di questi giovani incaricati di essere ambasciatori speciali del ritorno allo spettacolo dal vivo con pubblico. Durante l’ultimo anno, gli spettacoli dei G.E.T. sono stati molto apprezzati nei numerosi appuntamenti in tv e in streaming ma il momento è magico perché si torna finalmente a teatro.

Lo spettacolo “Galà dei Germana Erba’s Talents”

Il Galà è una kermesse di giovani talenti che spazia dal grande repertorio del balletto classico alla prosa, ai quadri coreografici e musicali tratti da celebri musical, al mondo dell’operetta, alla danza contemporanea.
Una brillante antologia di emozioni e momenti di spettacolo per una performance di assoluto livello, con tutto il fascino dei “Talent” (dal vivo, però!).

Un momento del GRAN GALA’ GERMANA ERBA’S TALENT.

Lo spettacolo è firmato dai coreografi Antonio Della Monica, Niurka De Saa, Marisa Milanese, Gianni Mancini e Maria Elena Fernandez, dai registi Luciano Caratto, Simone Moretto, Elia Tedesco e dai vocal coach Mariacarmen Antelmi e Gabriele Bolletta.

Lo spettacolo parte con Don Quixote, quadro delle amiche.
E’ un inizio scoppiettante tratto da grande balletto del repertorio classico, coinvolgente e vitale il Don Quixote è sempre un titolo molto atteso da chi ama la danza. Creato nel 1869 dal gran genio di Marius Petipa – coreografo fertile e raffinato che ha saputo caratterizzare ogni ruolo della sua immensa produzione artistica – è una vera e propria esplosione di allegria, tra ritmi incalzanti e marcata espressività, in un clima spagnoleggiante di festa e puro divertimento.

Successivamente si alternano momenti esilaranti e coinvolgenti come il medley di Gianburrasca a momenti più intimistici come i due assoli di danza contemporanea “MISERICORDIA” con le musiche di El Mole Rahamin stupendamente interpretato da Lorenzo Del Liso e “MASK” con la musica di Arvo Pärt, il compositore estone, fervente cattolico russo ortodosso, che si è affermato come compositore dell’Avanguardia sovietica grazie a esperimenti musicali e all’invenzione del Tintinnabuli (una forma musicale basata su algoritmi).

Pärt possiede un fascino ‘trascendentale’ che lo rende una super star.


La sua musica ti fa sentire e pensare. Non la si ascolta e basta la si percepisce dentro.

Annu Kivilo

Cristian Scifo porta gli spettatori dentro questo pezzo con una coreografia ricca di dinamica e sinuosità.
Dal punto di vista della recitazioni degni di nota sono:
– il monologo Il mio nome è Caterina da L’appello di Alessandro Avenia

E se l’appello non fosse un semplice elenco? Se pronunciare un nome significasse far esistere un po’ di più chi lo porta? Allora la risposta “presente!” conterrebbe il segreto per un’adesione coraggiosa alla vita. Questa è la scuola che Omero Romeo sogna. Quarantacinque anni, gli occhiali da sole sempre sul naso, Omero viene chiamato come supplente di Scienze in una classe che affronterà gli esami di maturità. Una classe-ghetto, in cui sono stati confinati i casi disperati della scuola. Ottima l’interpretazione di Francesca Alessi.

– il monologo da Fahrenheit 451 in cui Pietro Boggia porta il pubblico all’interno di una delle riflessioni più profonde della fantascienza sociologica e rappresenta in modo esplicito i rischi di una società distopica in cui la lettura è proibita.

“Se non vuoi un uomo infelice per motivi politici, non presentargli mai i due aspetti di un problema, o lo tormenterai; dagliene uno solo; meglio ancora, non proporgliene nessuno. Fa’ che dimentichi che esiste una cosa come la guerra. Se il Governo è inefficente, appesantito dalla burocrazia e in preda al delirio fiscale, meglio tutto questo che non il fatto che il popolo abbia a lamentarsi. Pace Montag. Offri al popolo gare che si possano vincere ricordando le parole di canzoni molto popolari, o il nome delle capitali dei vari Stati dell’Unione… “

Un momento dedicato al musical del GRAN GALA’ GERMANA ERBA’S TALENT.

I momenti musical spaziano da “Joyful” da Sister Act, “We go together” da Grease al medley finale delle classi V “A tutto musical” molto coinvolgente per l’evidente emozione dei partecipanti che presto saranno catapultati verso il mondo del lavoro.

Conosciamo il Liceo Germana Erba

Il Liceo Germana Erba di Torino offre due indirizzi:

  • Coreutico, primo e “pioniere” in Italia, che si avvale della metodologia della Scuola Nazionale di Cuba, ed è convenzionato con l’Accademia Nazionale di Danza;
  • Teatrale, unico in Italia, che collabora con il Teatro Stabile Privato “Torino Spettacoli”.
    I piani di studio sono finalizzati all’acquisizione delle competenze culturali e degli strumenti tecnici dell’indirizzo prescelto, promuovendo la pratica del lavoro di palcoscenico grazie all’allestimento come propedeutica e incentivando la creatività individuale.
    Scuola di eccellenza per l’arte e lo spettacolo, il Liceo Paritario Germana Erba si caratterizza per la formazione culturale e professionale di giovani con attitudini per la danza, il teatro, il musical, l’arte, la scenografia e lo spettacolo in tutte le sue forme.

I G.E.T. non si sono mai fermati nemmeno durante la chiusura dovuta all’emergenza sanitaria e si sono preparati con grande serietà per essere pronti a calcare nuovamente il palcoscenico. La loro energia nasce dalla certezza di prepararsi per dare vita ad un sogno da condividere con i loro spettatori e sostenitori: il Teatro.

Nel Festival estivo FERIE DI AUGUSTO 2021 di Torino Spettacoli presso il sito archeologico di Bene Vagienna (CN) si potrà assistere un nuovo galà in una location strepitosa e suggestiva il 10 luglio 2021.

sabato 10/07/2021 – acquisto su anyticket.

Pro

Uno spettacolo molto variegato che spazia in tutti gli ambiti tenendo alta l’attenzione e la partecipazione del pubblico, un gruppo di ragazzi motivati, con un livello eterogeneo come in qualsiasi percorso di formazione, alcuni spiccano, tutti sono comunque valorizzati dalle parti interpretate.

Contro

La mancanza di scenografia. Un spettacolo simile richiedeva, a mio parere, delle proiezioni sullo sfondo, una scenografia perlomeno virtuale per accompagnare e valorizzare le performance. Lo sfondo nero è da evitare.

0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina