In lettura
Anime a colori, dal 17 al 21 maggio in mostra all’ADI
Scuro Chiaro

Anime a colori, dal 17 al 21 maggio in mostra all’ADI

Anime a colori

Anime a colori è la nuova mostra promossa da Associazione Mercurio, a cura di Giulio Iacchetti, Lorenzo Palmeri e Matteo Ragni: un’importante occasione espositiva all’insegna della riflessione condivisa sull’importanza della consapevolezza emotiva e sulla necessità di confrontarsi con le emozioni.
Ospitata all’ADI Design Museum dal 17 al 21 maggio 2023, Anime a colori prosegue il percorso iniziato con I Colori delle Emozioni, fortunata iniziativa dell’autunno 2022.

Qualche anticipazione su Anime a colori

45 artisti, nomi di prestigio del panorama italiano dell’architettura, del design e della grafica contemporanee, hanno personalizzato un piatto in ceramica bianca con i colori sgargianti di UNIPOSCA, partner tecnico dell’iniziativa.
Una collezione unica nel suo genere contraddistinta da una mescolanza di stili, voci, personalità: Anime a colori è l’espressione di una creatività intensa, libera e vitale.

Anime a colori
Alcune delle opere “Anime a colori”.

Anime a colori sostiene il progetto La Palestra delle Emozioni, che solo nell’ultimo anno scolastico ha coinvolto oltre 1400 studenti. Indirizzato agli studenti delle scuole primarie di II grado, lavora sugli stereotipi connessi alla percezione di se stessi e della relazione con gli altri: un lavoro attento di inclusione sociale che si fonda su percorsi di arte terapia, espressione corporea e danza terapia, dramma terapia e scultura creativa.
I 45 piatti, veri e propri oggetti di design da collezione, vengono venduti a partire da una cifra di 400€ a supporto delle attività dell’associazione e dei suoi progetti educativi.

Perché vedere Anime a colori

Anime a colori è una passeggiata breve ma intensa: nella cornice di uno spazio museale raffinato dedicato al design e all’eccellenza creativa italiana, la mostra è raccolta in un allestimento semplice ma raffinato. La mostra è un viaggio attraverso 45 finestre sull’immaginario di altrettanti creativi con un aneddoto divertente ad aprire il percorso: ciascuno ha ricevuto un cartone della pizza con un piatto completamente bianco e una confezione di “pennarelloni” a punta tonda, con cui immaginare, giocare e riscoprire un po’ della propria adolescenza.
Un kit a prova di immaginazione, capace di scardinare tecniche e modalità creative a volte cristallizzate nel tempo.
Ogni piatto ci racconta uno squarcio nell’intimo del creativo e nella sua relazione con la dimensione più domestica e personale, il ricordo: dallo sguardo appassionato e intenso di Sara Ricciardi, con un volto femminile enigmatico ad occupare un pattern a pois, passando per la Typizza di LeftLoft il piatto delle prime uscite e degli appuntamenti che non si dimenticano mai, che mescola le tecniche tipografiche e il colore, sino al groviglio di sentimenti e di emozioni confuse del lavoro di Raffaella Mangiarotti. Un’iniziativa benefica decisamente riuscita che utilizza le logiche di creatività proprie del design e le mescola al sentire e ai tumulti dell’adolescenza e un sostegno ad un lavoro, quello dell’educatore, troppo spesso messo a dura prova dalla scarsità di fondi del nostro welfare.

Forse ti potrebbe piacere anche…
anime a colori
La locandina della mostra

INFO

I colori delle emozioni
Dal 17 Maggio 2023 al 21 Maggio 2023
ADI Design Museum, Piazza Compasso d’Oro 1 Milano
Orari di apertura della mostra: dalle 10.30 alle 20.00
Ingresso Libero e Gratuito
Hanno aderito:
Federico Angi, Anna Barbara, Luca Barcellona, Federica Biasi, Sara Bologna, Agustina Bottoni, Stefano Bottura, Alessandro Busci, Matteo Cibic, Serena Confalonieri, Michele De Lucchi, Antonio de Marco, Paolo Delitala, Francesco Dondina, Duilio Forte, Luciano Galimberti, Valeria Gallo, Alessandro Guerriero, Giulio Iacchetti, Marialaura Irvine, Kazuyo Komoda, Claudio Larcher, LaTigre, Leftloft, Federico Maggioni, Raffaella Mangiarotti, Martinelli Venezia, Paolo Metaldi, Ico Migliore – Migliore+Servetto, Paola Navone – OTTO, Filippo Pagliani e Michele Rossi di Park Associati, Lorenzo Palmeri, Emiliano Ponzi, Francesco Poroli, Matteo Ragni, Franco Raggi, Sara Ricciardi, Denis Santachiara, Italo Rota, Mario Scairato, Leonardo Sonnoli, Tiziano Vudafieri, Zanellato/Bortotto, Cino Zucchi.

Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

© 2020 Dejavu. All Rights Reserved.

Torna a inizio pagina