In lettura
SAVERREO: “La mia musica parla sempre di me”. Il nuovo singolo “MCVDM”. Intervista esclusiva.

SAVERREO: “La mia musica parla sempre di me”. Il nuovo singolo “MCVDM”. Intervista esclusiva.

SaverreO

“MCVDM” in collaborazione con Zeno, spiega quanto le persone a noi più care ci abbiano deluso… di quanto amicizie, relazioni, legami anche familiari, siano quasi sempre destinati a terminare.

Per SaverreO la canzone rappresenta se stesso. Spiega come sia diventato magari più introverso rispetto a prima, frutto delle esperienze passate che lo hanno plasmato.

Conosciamo meglio SaverreO

Saverio Autorino, in arte SaverreO, nasce a Bari il 16 Ottobre 1998. Muove i primi passi nel mondo della musica già a 11 anni seguendo corsi di pianoforte e orchestra. Nel 2013 scrive la sua prima canzone RAP dedicata al padre deceduto quando lui aveva solo 3 anni. A 17 anni segue corsi di mixing e mastering e crea il suo studio di registrazione: il “GranDad Studio”. Nel 2019 pubblica il suo primo album intitolato: “Saverio”, dove si racconta. Oggi vanta migliaia di visualizzazioni e una collaborazione con il rapper barese: “Il Nano”.

Quattro chiacchiere con SaverreO

Partiamo subito dal titolo di questo tuo nuovo singolo “MCVDM”… che non risulta subito chiarissimo!
Semplicemente è l’abbreviazione di “Ma Cosa Vuoi Da Me”. Solo che tra il mio nome e quello di Zeno uniti a questo titolo sarebbe stata una cosa un po’ troppo lunga e così abbiamo optato per una versione slang con lettere puntate. Si usa molto nel mondo del Rap italiano e mondiale, per noi non è nuova come tipologia di titolo.

È una canzone in cui tu decidi di parlare di te. Come mai questa scelta di metterti a nudo?
Io nella mia musica scelgo sempre di parlare di qualcosa di personale. Non mi va molto a genio, almeno per il momento, di parlare di situazione non vissute da me in prima persona. Ho anche preferito produrmi le canzoni, gli album. Il mio team, con cui lavoro da anni, è per prima cosa un gruppo di amici che fa musica e con cui posso condividere le mie esperienze di vita mettendole in rima.
Trovo che così nascano brani più veri e più spontanei e che all’ascoltatore faccia piacere magari ritrovarsi in situazioni anche da lui vissute.

SaverreO
SaverreO presenta il suo nuovo singolo “MCVDM”

Tu parli in “MCVDM” di persone che ci hanno deluso e pugnalate alle spalle. Tu ne hai ricevute tante nella vita?
Si, sia a livello personale che nella musica. La vita riserva sempre queste “fregature”. Io non amo piangermi addosso, come spesso accade nel mondo rap, ma ho avuto i miei momenti difficili. Chi ora lavora con me ha dimostrato con i fatti negli anni di credere nella musica che facciamo insieme.

Tu dichiari anche che queste pugnalate alle spalle un po’ ti hanno cambiato.
Si, noi siamo frutto di ciò che viviamo. Il carattere che ci costruiamo deriva soprattuto dalle situazione belle o brutte che si vivono e ti fanno crescere e maturare.

Veniamo ora al tuo nome d’arte: SaverreO
Tocchiamo un tasto davvero delicato. In fase adolescenziale l’ho cambiato più volte, non ero mai soddisfatto.
Questo nome è il frutto di varie mie trasformazioni musicali. E’ stata una scelta legata al mio vero nome Saverio sottolineando la “erre finale”.
Mi sono messo alla ricerca di qualcosa di totalmente nuovo che non esistesse, così se si digita on line la parola SaverreO trovano solo me.

Tu inizi i tuoi studi da piccolo partendo da corsi di pianoforte e orchestra e poi approdi al mondo rap. Queste due cose come stanno insieme tra loro, ovvero il classico e il rap.
Il pianoforte mi ha aiutato in una maniera pazzesca in quanto io ad oggi oltre che un rapper sono un produttore musicale e un bitmaker e questo me lo ha permesso lo studio che ho fatto.
Io produco brani di diversi generi senza problemi. Aver lavorato anche in orchestra mi ha aperto più mondi e secondo me tutti i generi musicali se fatti bene sono belli.

Veniamo al video del tuo brano che è “molto forte” e alla tua collaborazione con Zeno.
Il video è stato girato da Daniele Carducci, un ragazzo davvero molto promettente e anche lui è un artista che fa musica.
Appena ha sentito la traccia mi ha saputo dare l’idea dell’ipotetico video. Ci siamo messi a scrivere la sceneggiatura a quattro mani e quando Zeno ha sentito anche lui la traccia è riuscito a dare il suo contributo artistico al brano scrivendo una strofa secondo me bellissima.
Nel video siamo dei “sacrifici umani” presi a schiaffi dalla vita, da familiari, amici…

Prossimi progetti?
Io, Zeno e Tempo ( il ragazzo che ha prodotto il bit di MCVDM), abbiamo pensato di continuare a far musica insieme portando però anche avanti i nostri progetti singoli.
Vorremmo unire le forze sull’aspetto musicale per essere sempre più vincenti!

Il video di “MCVDM” di SaverreO

Nel video i protagonisti si prendono a schiaffi letteralmente da tutto ciò che ci riserva la vita, dalle persone che pugnalano alle spalle.

0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina