In lettura
ELEVIOLE?: “Malinconie da Manuale”, il nuovo EP tra parole sentimenti. Intervista esclusiva. 

ELEVIOLE?: “Malinconie da Manuale”, il nuovo EP tra parole sentimenti. Intervista esclusiva. 

Eleviole?

Se qualcuno dovesse mai scrivere un libro a proposito di come dev’essere la malinconia, dovrebbe includere alcuni elementi ben precisi. Elementi che Eleviole?, nome d’arte della cantautrice Eleonora Tosca, conosce così bene da averne fatto il centro del proprio nuovo EP, Malinconie Da Manuale (Level Up Dischi), che è anche il titolo del suo nuovo e originalissimo spettacolo.

Quattro canzoni, un fil rouge fatto di parole e di sentimenti, un netto cambio di sonorità ma anche una sensibilità spiccata e già ben nota, grazie a una carriera che ha saputo affiancare alla musica anche le abilità aeree delle evoluzioni sui tessuti, che completeranno le esibizioni di un tour che ha già preso inizio.

Il percorso interiore di “Malinconie Da Manuale”.

“Malinconie Da Manuale” è un piccolo viaggio attraverso la malinconia, una manciata di canzoni per raccontarci cose che avevamo dimenticato. L’autunno, una storia che finisce nel tentativo di “salvare” l’altro, l’affezionarsi a un’idea e poi imparare a lasciarla andare, la disillusione. Queste sono le malinconie di Eleviole?, ma anche quelle di tutti noi.

eleviole?
Eleviole? medico veterinario e istrionica cantautrice.

Quattro brani intimi ma anche prepotentemente pop, con sonorità che si distaccano dal mondo acustico e toy del primo album “Dove Non Si Tocca, per abbracciare suggestioni elettroniche.

“Malinconie Da Manuale” è anche uno spettacolo.

Ad accompagnare questi brani, l’omonimo spettacolo di musica d’autore e tessuti aerei ideato dalla cantautrice condurrà lo spettatore in un’esperienza del tutto nuova e inaspettata, in bilico tra circo, teatro e canzone.

Sul palco con lei il Geometra Mangoni e Andrea Franchi racconteranno la malinconia con stili e modalità differenti. Lo spettacolo ha debuttato il 21 giugno e rappresenta un unicum nel panorama musicale attuale.

Quattro chiacchiere con Eleviole?.

Ciao Eleonora, ci racconti qualcosa di te?
Sono medico veterinario e cantautrice oltre che appassionata di circo contemporaneo. Dopo aver militato con la band Ariadineve nell’underground milanese ho iniziato un percorso solista come Eleviole?. Ho pubblicato nel 2019 il primo album “Dove Non Si Tocca” accompagnato da un road movie in bicicletta, e ora eccomi qua! Sono una cantautrice un po’ atipica 🙂

Come nasce l’ispirazione per il nuovo ep, “Malinconie da manuale”?
Quando ho finito la stesura dei primi due brani, nati un po’ per caso,  ho notato che involontariamente erano legati proprio dal tema della malinconia. Così ho pensato di farne un concept, riflettendo proprio sul fatto che le “mie” malinconie possono essere anche quelle di chi ascolta, diverse e uguali allo stesso tempo, a volte anche quasi banali, proprio come se seguissero un manuale.
Non sono però brani tristi, magari non tipicamente estivi, più che altro sono riflessivi.
Diciamo che sono un po’ malinconica di mio, anche grazie alla scuola cantautorale che da sempre è il mio modello  espressivo.

Alcune delle tue ultime canzoni parlano di viaggio. Sei una viaggiatrice accanita o si tratta di percorsi mentali?
Accanita no, ma ho viaggiato e sicuramente viaggerò. Ho fatto anche alcune esperienze in solitaria, mai estreme ma comunque molto intense. Ultimamente ho rivalutato anche viaggi ed esperienze in Italia, non sempre una grande distanza corrisponde a una grande avventura, a volte anzi, è proprio il contrario.
Quello che ho cercato e cerco sempre di fare, sono esperienze che mi lascino qualcosa… la bici, campi di volontariato, autostop… insomma tutto quello che è incontro.

Eleviole e il nuovo Ep "Malinconie da manuale"
Eleviole? e il suo viaggio-condivisione nel mondo della malinconia.

Raccontaci lo show che stai portando in giro per l’Italia.
Da tempo sognavo di coniugare la musica con i tessuti aerei, altra mia enorme passione, così ho coinvolto altri due cantautori, Andrea Franchi e il Geometra Mangoni e tutti abbiamo messo le nostre competenze “a servizio” del tema della malinconia creando uno spettacolo corale, con i brani di tutti e tre e in più una parte “aerea”.
È un viaggio in cui ciascuno interpreta la tematica con la propria sensibilità, arricchito dagli interventi letterari di Michele Monina.
È il frutto di un anno di lavoro e mi ci sono dedicata anima e corpo da ottobre alla prima, che è stata il 21 giugno.

Quali sono i tuoi progetti per la seconda parte del 2022?
Sicuramente continuerò a portare in giro lo spettacolo, affiancandolo anche ad altri live “normali” e a una versione invece sempre “aerea” ma in duo, e in cantiere ci sono altre canzoni.

Il teaser di “Malinconie Da Manuale”

0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina