In lettura
CATERINA LALLI: “A volte essere ricchi è un problema!” Il nuovo singolo “Americano”. Intervista esclusiva. 

CATERINA LALLI: “A volte essere ricchi è un problema!” Il nuovo singolo “Americano”. Intervista esclusiva. 

Caterina Lalli

Siamo circondati da finte amicizie e persone che ti sono vicine
solo per il tuo stile di vita.

Caterina Lalli

Luoghi da sogno, lusso e divertimento. È ciò che rappresenta il mondo di Caterina Lalli (in arte Lialai) 26enne cantante e influencer che torna con il nuovo singolo Americano, un brano sensuale e dai ritmi esotici che vuole raccontare l’altra faccia del mondo dei privilegiati e di coloro che vivono una vita agiata.

Conosciamo meglio Caterina Lalli

Caterina Lalli è una cantante e influencer toscana. Con la passione per il mondo dello spettacolo e della musica, ha intrapreso un percorso nella musica iniziando a scrivere le sue prime canzoni. Il singolo d’esordio è stato “Dime” (nel 2020), seguito da “Kill Me” (nel 2021) e da “Light On”, che ha visto la partecipazione nel videoclip di Tommaso Zorzi e Rocco Siffredi. 

Quattro chiacchiere con Caterina Lalli.

Con “Americano” parli dell’altra faccia del mondo dei privilegiati. Luoghi bellissimi, soldi, una vita da favola eppure qualcosa non funziona. Come è possibile?
È molto più semplice vedere ciò che è evidente, ovvero il poter far tutto, vacanze, posti fantastici, ma l’altro lato della medaglia è quello più oscuro di cui si parla poco fatto di rapporti non veri e questo poi ti porta a mettere in dubbio qualsiasi tipo di rapporto.

Parli di questo nel tuo nuovo singolo non perdendo quelle che sono alcune caratteristiche del tuo stile soprattuto la sensualità.
Esatto. Il mio è un brano molto fresco, leggero e tratta questo argomento non in modo esplicito ma tra le righe, quasi se fossero delle battute che ridicolizzano le persone che si comportano come abbiamo detto, ovvero “sfruttando” chi è benestante.

Caterina Lalli
Caterina Lalli: lusso e divertimento nascondono un lato oscuro.

La scelta di girare il videoclip in Sardegna non è casuale immagino.
Si si. D’estate la Costa Smeralda diventa veramente ricca di persone ricche e quindi non vengono a mancare i rapporti di convenienza e non potevo scegliere posto più adatto per il mio “Americano”.

Hai scelto per il video anche personaggi che rappresentano questo mondo.
Sì, lo devo girare e ancora non mi sono espressa in modo preciso su cosa farò perché in questo caso mi sono davvero concentrata molto sul testo e sulla musica.
È tutto ancora in divenire.

Come mai la decisioni di passare dalle canzoni in inglese a un brano in italiano?
Ho notato che in Italia vanno canzoni principalmente in italiano. La musica che ho fatto in precedenza era più di taglio internazionale. Volevo quindi ora stare più al passo con i tempi e fare un testo che tutti potessero comprendere nel nostro Paese.

Domanda provocatoria: nel tuo mondo Vip la musica arriva per amore o per lusso?
La musica nasce per passione da quando sono piccola. I miei genitori hanno la passione per il canto e forse un po’ per lusso abbiamo il Karaoke a casa.
Quindi diciamo che sono partita da questo “benefit” ma poi la passione ha preso il sopravvento.

Caterina Lalli
Caterina Lalli: influencer per lanciare la sua musica.

Tu unisci il percorso di cantante a quello di influencer. Quanto quest’ultima è importante e utile per la cantante?
Sicuramente in questo momento il mondo di Instagram a livello di visibilità ha una grande importanza, è diventato una sorta di Curriculum, un modo per farsi conoscere e farsi pubblicità.
Io uso il mio profilo più che come influencer per dare uno spessore al mio essere artista e poter pubblicizzare quello che faccio.

Un Festival di Sanremo nella tua vita?
Questo penso sia il sogno di tutti i cantanti quindi è quello che a cui si punta e non nego che la scelta di cantare in italiano abbia una relazione anche a questa futura ipotesi.

Ascoltiamo “Americano” di Caterina Lalli.

0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina