In lettura
Veronica Kirchmajer: “Come tu mi vuoi” ma anche fedele a me stessa! Intervista esclusiva. Il nuovo singolo e il video.

Veronica Kirchmajer: “Come tu mi vuoi” ma anche fedele a me stessa! Intervista esclusiva. Il nuovo singolo e il video.

Veronica Kirchmajer

Lo possiamo ascoltare in radio e in digitaleCOME TU MI VUOI”, il nuovo singolo della cantautrice VERONICA KIRCHMAJER.

L’inedito “Come tu mi vuoi”, scritto dalla famosissima autrice Elena Romano che ricordiamo per le sue collaborazioni con Franco Califano, Paolo Limiti, Edoardo Vianello e Renato Zero, parla della difficolta dell’accettazione di se stessi e del rapporto con la nostra estetica. Si allude al ricorrere della chirurgia plastica per piacere agli altri e per conservare una bellezza estetica che non passi nel tempo.

«Ogni mattina mi sveglio e mi chiedo come mi voglio, ma soprattutto come mi vogliono gli altri: la mia famiglia, i miei amici, tutti coloro che mi seguonoQuesto brano vuole essere una dichiarazione di profondo affetto nei confronti di chi mi conosce: sarò come tu mi vuoi, ma fedele a me stessa!»

Veronica Kirchmajer

L’intervista a Veronica Kirchmajer

Dopo aver ascoltato il brano e visto il video che mi sono piaciuti entrambe molto, mi nasce questa domanda: che rapporto hai tu con la bellezza?
Da come si evince dal brano, ho un rapporto molto conflittuale. Per me è molto importante, io sono un’esteta e quindi subisco molto il giudizio altrui e sono anche molto critica con me stessa. Ecco quindi anche il motivo per cui ho scelto di interpretare un brano del genere.

Ma dici anche nel tuo brano “Qualche ruga in più fa interessante”.
Il brano è stato scritto da mia madre e il testo mi ha colpito e interessato perché trovo il tema molto attuale e che mi riguarda personalmente. Nel brano c’è anche un po’ un desiderio di spezzare una lancia a favore di chi si accetta come è e non deve per forza ricorrere a dei canoni di bellezza che ci servono per farci accettare o per sentirci accettati. Ho voluto lanciare una riflessione.

Tocchi l’argomento della chirurgia estetica, ma come qualcosa che faccio per gli altri non per piacere a me stessa?
Esattamente.

Secondo te nell’ambiente artistico il passare degli anni diventa un deterrente?
Si, assolutamente si. Mi rendo conto, e lo dico anche con un pizzico di tristezza, che anche io quando ascolto un artista, lo seguo sui social o nei suoi concerti, che sia un uomo o una donna, da spettatrice tendo ad essere attratta anche dal suo modo di essere, dalla sua bellezza, dalla sua esteriorità. Diciamo che in questi ultimi anni questo concetto ce lo conferma il successo degli influencer che ci attraggono per il modo di essere e di fare, che non significa per forza che devono essere bellissimi, ma devono avere una personalità e esteriorità che possa essere piacente.

Motivo per cui hai scelto Amedeo Andreozzi nel video?
Abbiamo deciso di scegliere lui perché, avendo partecipato a “Uomini e Donne” rappresenta un certo prototipo di uomo “molto desiderato”. Io e il regista abbiamo pensato fosse la persona che potesse rappresentare il belloccio che piace in modo da far arrivare il messaggio in modo molto diretto.

Il nuovo singolo  "Come tu mi vuoi"
Il nuovo singolo di Veronica Kirchmajer “Come tu mi vuoi”.

Dici anche nel brano “sono come tu mi vuoi ma fedele a me stessa”: secondo te è possibile esserlo?
Secondo me si e si può trovare un giusto compromesso. Un elemento importante è piacersi perché sono convinta che, se ci piacciamo al 100%, possiamo arrivare anche agli altri così la nostra bellezza e la nostra sicurezza riusciamo a comunicarla anche la prossimo. Diversamente possiamo essere le donne o gli uomini più belli e ricchi del mondo e magari sentirci inadeguati e trasmettere un messaggio negativo agli altri.

Elena Romano, autrice del brano e autrice per grandissimi artisti, è tua mamma. Come si concilia il rapporto madre e figlia in un rapporto lavorativo?
Sono molto fortunata, sono figlia unica e con lei ho un bellissimo rapporto. Il lato artistico è un po’ particolare perché mi trovo a rapportarmi con un genitore ma anche con una grande autrice e quindi ci può stare un pizzico di sana competizione che si trasforma in una voglia di crescere e confrontarsi in meglio per entrambe.

La cosa più importante che hai imparato da tua mamma?
Di non mollare mai perché questo ambiente è molto difficile. Lei iniziò a 20 anni ora ne ha 70 e poteva fare molto. Mi raccontò che Califano disse: “Tenetela sott’occhio questa ragazza perché e molto brava”. Mia mamma poi lasciò per dedicarsi alla famiglia perché mio padre le disse “o me o la musica”. In qualche modo è come se mi avesse trasmesso questa passione in maniera involontaria ed è una cosa molto bella perché credo che la mia realizzazione sia poi anche la sua.

Tu hai iniziato con il pianoforte: secondo te questa base musicale quanto ti è utile nella tua formazione.
Credo che sia fondamentale perché tutto nasce da lì. Posso dire che lo strumento è il compagno di viaggio, l’elemento che ti stimola e ti dà la possibilità di sperimentare, che ti apre la mente.

Hai fatto anche un’esperienza nel muro di “All Together Now”: cosa ti ha dato?
Mi ha dato davvero tanto. Quello che mi è rimasto di più sono gli insegnamenti dei giudici autorevoli tra cui in primis J-Ax. Io ho cercato di impegnarmi al massimo per cercare di ricordare tutti i suoi commenti sulle varie esibizioni per cercare di capire e per lasciarmeli come un repertorio di emozioni da portare con me sempre.

Cosa c’è nel tuo futuro artistico?
La prima cosa che mi viene in mente e che sogno è Sanremo. Nel frattempo sto continuamente dedicandomi alla scrittura e conto di uscire, tra fine maggio e primi di giugno, con un brano estivo, con sonorità e una tematica più leggere e poi appunto l’impegno per il prossimo anno è quello del Festival.

Il video di “Come tu mi vuoi”

Il video è diretto da Lorenzo Capavano (aiuto regia Pierfrancesco Ceccanei) e vede la partecipazione straordinaria dell’attore e influencer Amedeo Andreozzi, conosciuto soprattuto per la sua partecipazione come tronista a “Uomini e Donne”.





0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina