In lettura
LUCIA BLANCO: una peformer di grande esperienza si racconta senza filtri in un’intervista esclusiva

LUCIA BLANCO: una peformer di grande esperienza si racconta senza filtri in un’intervista esclusiva

Lucia Blanco

Lucia Blanco, una performer di grandissima esperienza, una donna piena di talento, dinamica, grintosa, energica come poche, un’insegnante di danza, un’artista che sa trasportare e coinvolgere il pubblico!

Lucia è una performer, è ballerina, cantante, attrice,una beniamina del mondo del musical con tanta esperienza alle spalle! E tu cosa ti senti di più? Quale aspetto preferisci? Cantare? Ballare? Recitare?
Nasco come ballerina e ho sempre amato ballare, amo la musica e la prima cosa che faccio quando ascolto una canzone (qualsiasi!) è ballarla!!
Ma dopo aver studiato e lavorato nel musical non ti so dire cosa preferisco di più tra le 3 discipline… tutte e 3 mi soddisfano! E per me sono fortemente connesse.

Come dicevamo hai una lunga carriera, quale spettacolo tra quelli fatti hai amato di più? Perché?
Che domanda difficile! Ho amato tutti gli spettacoli che ho fatto e ognuno mi ha insegnato qualcosa.
Sicuramente il primo che ho fatto è stato il più importante e decisamente il più difficile!
“A Chorus line” resta lo spettacolo che più mi ha formata e che detta legge! Quello che impari e che provi sulla Line ti resta per tutta la vita.

Dicono che per un’artista sia fondamentale l’incontro con il personaggio… con quale hai avuto un incontro felice? Chi tra quelli interpretati ti è entrato più nel cuore?
Assolutamente Sandy. All’ inizio ero spaventata perché la vedevo distante da me e avevo timore di non riuscire a tirare fuori la sua vulnerabilità e sensibilità… ma poi mi sono piacevolmente sorpresa non solo per esserci riuscita, ma addirittura di ritrovarmi in quelle caratteristiche che la contraddistinguono!

Siamo tutte delle Sandy travestite da Rizzo!!

Lucia Blanco
Lucia Blanco nei panni si Sandy.

Sei anche un’insegnante di danza, cosa ti piace di questa parte del tuo lavoro? Quali gratificazioni? Quali stimoli?
Insegnare non è facile. Io ogni giorno imparo qualcosa! Ho scoperto che tipo di insegnante sono e voglio essere sempre.
Quel tipo di insegnante che non solo ti aiuta artisticamente, ma anche nella vita per questo cerco sempre di instaurare un rapporto molto più familiare… come se fossi la sorella maggiore!

Voglio che i miei allievi si fidino di me.
Amo i miei allievi e mi danno tante di quelle soddisfazioni che mi portano spesso ad emozionarmi… cioè a piangere proprio!!

Il mondo dello spettacolo italiano è difficile, già prima della pandemia era caratterizzato da precarietà e poca tutela per gli artisti ed i tecnici. Con la pandemia è stato uno dei settori maggiormente colpito, ora com’è la situazione? Ti sembra che sia possibile una ripresa? Cosa puoi ipotizzare per il 2022?
Che dire… la speranza è l’ ultima a morire! Sono in difficoltà… perché da un lato spero che qualcosa si smuova e che piano piano torni alla normalità (che ovviamente non è il massimo in Italia, ma ce la facciamo andare bene) ma dall’altro vedo un futuro grigio, un 2022 incerto. Non so che dire… speriamo!

Hai lavorato con molti artisti di grande livello in compagnie diverse tra loro e variegate, quanto è importante la sintonia nel cast di un musical ? E la conoscenza pregressa aiuta? E la sana competizione?
La sintonia in un cast è fondamentale per la buona riuscita dello spettacolo. Inevitabilmente se dietro le quinte ridi, scherzi e ti fidi di un collega, sul palco sarai più forte e più amalgamato! La competizione c’è ma se si è sicuri di sé stessi, delle proprie capacità e si riesce ad apprezzare il collega allora diventa sana e stimolante nella crescita artistica.

Io ormai mi ritrovo ad essere tra le più vecchiette del cast (ancora pazzesca però!!) e l’esperienza che ho mi permette di affrontare un lavoro in maniera diversa da un collega più giovane… come è giusto che sia, lo spirito della sorella maggiore si fa vivo spesso!

Quali sono i tuoi sogni nel cassetto? Cosa vorresti ancora realizzare?
I miei sogni per scaramanzia non li dirò maaaaai! Certamente voglio ancora vivere dell’arte che ho scelto e poter fare e interpretare qualche musical che ho nel cassetto.
Ma non ti nascondo che Fiorello è sempre stato uno dei miei punti di arrivo… mi basterebbe portargli anche solo l’acqua!

Lucia Blanco
Lucia Blanco insieme a Manuel Frattini in “Sindrome da Musical”. Per lei un mentore, un esempio, un amico.

Lucia è così. Diretta, sincera, sicura, spiritosa, pazzesca per la sua energia! E’ però anche una persona sensibile, dolce e molto generosa e conoscendola personalmente da un po’ di tempo, so per certo che darà ancora moltissimo al mondo dello spettacolo, emozionando le grandi platee e donandosi ai suoi allievi senza risparmiarsi mai!

Facciamo un grandissimo in bocca al lupo a Lucia perché questo 2022 le porti tutto ciò che desidera, noi ti seguiamo e ti supportiamo!

0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina