In lettura
CHIARA TAORMINA: Arte e amicizia si fondono nel suo nuovo libro “Il Segreto di Raffaello e Margherita”. Intervista esclusiva.
Scuro Chiaro

CHIARA TAORMINA: Arte e amicizia si fondono nel suo nuovo libro “Il Segreto di Raffaello e Margherita”. Intervista esclusiva.

La copertina di "Il Segreto di Raffaello e Margherita"

L’autrice Chiara Taormina torna dal pubblico dei piccoli lettori con un nuovo libro intitolato: “Il segreto di Raffaello e Margherita”, edito dalla casa editrice “Il Ciliegio”.
Come si può ben comprendere dal titolo, questa volta oltre ai protagonisti principali, abbiamo anche un altro soggetto che prende la scena: l’arte. Un libro che fa scoprire anche l’amore.
Il libro si rivolge alla fascia di giovani che hanno un’età tra i 10 e 12 anni in su.
I protagonisti principali di questo romanzo sono due giovani ragazzi di Roma: “Raffaello e Margherita”.

La storia di “Il Segreto di Raffaello e Margherita”

Raffaello e Margherita sono due giovani amici che condividono la passione per l’arte, ma, in particolar modo, la passione per il pittore: Raffaello Sanzio. Nel giorno del suo cinquecentesimo anno di scomparsa, i due, decidono di andare a visitare una famosa opera: Lo spasimo di Sicilia all’interno della Villa Farnesina a Roma. Ed ecco che i due giovani si ritroveranno a vivere in un’avventura fatta di: amori segreti, cavalieri coraggiosi e non solo. Oltre all’amore verso il pittore e la sua Fornarina, un’altra tematica importante che viene affrontata è l’amicizia che lega i due ragazzi.

Le tematiche affrontate

Non è il classico libro per bambini che siamo abituati a leggere, questo è un libro che va al di là delle aspettative e in particolar modo oltre a trattare la tematica dell’arte, affronta anche il significato della parola “amicizia”, che, il più delle volte viene sopravvalutato.

La copertina di "Il segreto di Raffaello e Margherita"
La copertina di “Il segreto di Raffaello e Margherita”


La cosa che più colpisce del libro oltre gli argomenti trattati, è la cover. Semplice, ricca di colore e raffigura in maniera precisa la persona di Raffaello, uno dei più celebri pittori che hanno fatto la storia. I capitoli si leggono in maniera rapida, anche perché non sono eccessivamente lunghi e, inoltre, grazie a un ritmo narrativo molto veloce e scorrevole è impossibile fermarsi durante la lettura.

Conosciamo meglio Chiara Taormina

L’autrice Chiara Taormina è una palermitana classe 1973, attualmente vive lì e lavora come socia presso l’ICWA. Ha pubblicato nove romanzi in tutta la sua carriera letteraria.

Quattro chiacchiere con l’Autrice: Chiara Taormina

Come nasce questa tua voglia di scrivere per i ragazzi portandoli in mondi che a volte per loro possono sembrare”noiosi”?
Diciamo che questo “processo creativo” è arrivato in modo del tutto naturale. Qualche anno fa, oltre a scrive tutta una serie di libri dedicati alla tutela degli animali, ho intrapreso un nuovo percorso di scrittura dedicato ai personaggi storici accompagnati però da una struttura fantastica e dopo Federico II ho scelto Raffaello Sanzio perché è uno dei miei artisti preferiti e, anche a livello mondiale, è riconosciuto come un grande personaggio del rinascimento italiano.

Prevale la storia dell’amicizia tra i due protagonisti o la storia dell’arte in questo tuo nuovo libro?
La storia dell’amicizia tra questi due ragazzini che sono cresciuti insieme è il filo conduttore del libro perché, proprio grazie al loro legame, la storia prenderà l’avvio.
Ho cercato di mantenere un certo equilibrio dando spazio ad entrambe gli argomenti e per quanto riguarda la parte dedicata all’arte si parla di Raffaello, della sua vita, della storia d’amore con la Fornarina e di alcune sue opere in particolare come ad esempio “Lo spasimo di Sicilia” opera molto cara a noi siciliani.

Chiara Taormina
Chiara Taormina, scrittrice

Come mai scegli di rivolgerti ad un pubblico così giovane?
Io ho cominciato a scrivere poesie quando avevo dieci anni, genere che forse si addice più a persone più adulte.
Poi invece quando è nata mia figlia, ed avevo già trent’anni, ho cambiato rotta e ho voluto intraprendere un cammino nella narrativa per ragazzi e ho visto che questo genere era proprio nelle mie corde e mi era molto facile sia progettare le storie che svilupparle con naturalezza.

Forse ti potrebbe piacere anche…
Letizia Brugnoli

Hai scelto una copertina molto carina e colorata per il libro. Da dove è nata l’idea?
La copertina l’ha realizzata mia figlia e questo mi rende molto felice e orgogliosa.
Io volevo una copertina che si addicesse al titolo, in cui ci fossero Raffello e la Fornarina e lei ha realizzato questo disegno che poi è stato approvato dall’editore e devo dire che è piaciuto molto in generale.

Tu sei totalmente immersa nel mondo della scrittura per i bambini perché sei anche socia presso l’ICWA.
Sì, è un’ associazione molto prestigiosa, che organizza altissimi eventi e sono molto contenta di farne parte.

Stai già lavorando a qualcosa di nuovo?
Sì, e il nuovo argomento che tratterò riguarda la letteratura dato che sto scrivendo un libro nuovo su Dante.

Dove trovare “Il Segreto di Raffaello e Margherita” di Chiara Taormina.

Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

© 2020 Dejavu. All Rights Reserved.

Torna a inizio pagina