In lettura
Natale con uno sconosciuto 2: trama, trailer e recensione!

Natale con uno sconosciuto 2: trama, trailer e recensione!

natale con uno sconosciuto

In top ten su Netflix la seconda stagione di Natale con uno sconosciuto!

Natale con uno sconosciuto è una serie Netflix norvegese che si trova oggi al settimo posto in Top ten. Entrambe le stagioni sono composte da 6 episodi di 25/30 minuti l’una. La regia è di Per-Olav Sorensen.

Come si era conclusa la prima stagione di “Natale con uno sconosciuto”

La protagonista, Johanne, ha qualche problemino d’amore ed è destinata a passare le feste coi suoi genitori e a stare seduta al tavolo dei bambini. Un anno, però, decide di mentire ai suoi genitori e dice di aver trovato l’anima gemella.

Deve fare ora le corse contro il tempo per poter trovare veramente un’anima gemella, ed in 24 giorni le succedono tante tante avventure: si butta sugli appuntamenti al buio dove incontrerà una serie di uomini con cui iniziare meravigliose (circa) storie d’amore.

Arriva così la sera della Vigilia e per la prima volta Johanne è libera e non è di turno: mentre sono tutti a cena e lei è senza fidanzato, qualcuno suona il campanello e va ad aprire. La sua faccia lascia presagire qualcosa di molto bello: la stagione si chiude con questa scena.

La seconda stagione di “Natale con uno sconosciuto”

Nella seconda stagione, a differenza della prima nella quale era l’atteggiamento apprensivo e consolatorio dei suoi genitori a spingerla a cercare l’amore, è lei che sembra avere questo atteggiamento materno verso tutto il mondo che la circonda.

In questa nuova stagione di Natale con uno sconosciuto ci sono nuovi personaggi e ritorni di fiamma che fanno parte della storia della trentenne Johanne: l’ex Kristian, l’impacciato Nick e Knut. Tutti appuntamenti ed incontri che le stravolgeranno i piani.

Gli imprevisti sono ciò che domineranno la serie e la vita di questi personaggi che sotto il periodo natalizio saranno più incasinati che mai.

Riuscirà Johanne a trovare l’amore vero una volta per tutte?

Natale con uno sconosciuto

La protagonista di “Natale con uno sconosciuto”

JOHANNE-IDA ELISE BROCH è la protagonista indiscussa di “Natale con uno sconosciuto”.  

Interpreta Johanne: l’infermiera di Oslo che vive appieno la sua vita sentimentale e non si spaventa nel momento in cui deve confessare a qualcuno, aiutata da qualche birra di troppo, di aver appena provato la ceretta brasiliana, o di annoiarsi dinanzi all’ennesima paternale sui diritti delle donne, totalmente gratuita e non richiesta da una donna che dimostra più di una volta di essere in grado di scegliere per sé.

Ida è in grado di fare questo viaggio introspettivo e mostrare a chi guarda il lato più vero e puro di questa giovane infermiera in cerca dell’amore. Il suo personaggio però ci fa anche capire che non per forza c’è bisogno dell’anima gemella per essere felici.

Ida è un’attrice norvegese che ha avuto già un ruolo da protagonista nel film Switch e nella terza stagione della serie Netflix Lilyhammer. Il personaggio interpretato da Ida, che è quello principale di entrambe le stagioni, un personaggio non semplice fa interpretare, ma reso con una semplicità che lascia senza parole.

Il rapporto familiare in “Natale con uno sconosciuto”

Anche il rapporto familiare in Natale con uno sconosciuto cambia in questa seconda stagione: i genitori di Johanne ci fanno capire come funzionano le cose dopo 30 anni di matrimonio e fanno una citazione a Santa Lucia di Siracusa, cosa che nessuno si aspetta da una serie Norvegese.

Natale con uno sconosciuto
UN PENSIERO

“Natale con uno sconosciuto” è una serie molto carina, non la solita commedia romantica natalizia: il fatto che la protagonista sia in cerca dell’amore lo lascia presagire, ma in realtà ogni volta che c’è qualcosa di romantico come conseguenza sfocia in qualcosa di bizzarro e divertente con un significato nascosto.

Il trailer di “Natale con uno sconosciuto”


LA NOSTRA RECENSIONE

Natale con uno sconosciuto 2
0
Bello
80100
Pro

Il clima natalizio che c'è all'interno della serie mette felicità.

Fa capire l'importanza di sentirsi bene con se stessi senza aver per forza il bisogno di un'anima gemella, neanche il giorno di Natale.

Renderà l'attesa al Natale meno lunga e più leggera!

Contro

0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina