In lettura
Tre Serie TV per amanti della tecnologia da non perdere!

Tre Serie TV per amanti della tecnologia da non perdere!

Serie tv da non perdere

Si parla di meta e metaverso, di intelligenza artificiale e anche di cyberpunk. Tutto ciò influenza il mondo dello spettacolo e ne diventa un soggetto pieno di fascino che appassiona soprattutto gli amanti della tecnologia e dell’informatica. Vediamo tre serie TV assolutamente da non perdere per chi è un cultore di codici, algoritmi e stringhe. 

Black Mirror: in Italia dal 2012, ma sempre attuale

Serie antologica britannica prodotta da Charlie Broker che vede appunto personaggi e trame differenti per ogni episodio, ma la protagonista principale è la tecnologia in ogni suo aspetto. La serie tratta principalmente le conseguenze piacevoli e non della tecnologia sul mondo umano e di queste nelle relazioni fra gli uomini e ancora, fra uomo e computer.

Black Mirror
Black Mirror ci porta in viaggio nel mondo della tecnologia

Queste relazioni vengono analizzate toccando il tema della privacy, dell’intimità e dei social network, sempre più preda al giorno d’oggi di attacchi di phishing ma che, con l’uso di opportuni strumenti informatici come la VPN, possono essere protetti. Ecco che anche questa serie, sulla scorta appunto dell’importanza della vita privata anche in rete, tratta temi come quello dei ricordi, passando per quello dei reality e delle app di incontri.

Il tutto narrato sapientemente in episodi che sono in realtà delle produzioni cinematografiche di 40 minuti l’uno fino ad arrivare a quasi 90 minuti. San Junipero, episodio della terza stagione di Black Mirror ha vinto un Emmy Award come miglior film per la televisione nel 2017, mentre l’episodio USS Callister ha trionfato nella stessa categoria l’anno successivo, aggiudicandosi anche miglior montaggio sonoro per una Serie TV e migliore sceneggiatura.  

Mr. Robot: quando Malek non aveva ancora “conosciuto” Mercury 

Molti conoscono l’ottimo attore Rami Said Malek per la magistrale interpretazione di Freddy Mercury nel film Bohemian Rhapsody del 2018 con cui ha vinto un Oscar come migliore attore protagonista. Ma la carriera di Malek ha preso veramente il “volo” quando ha interpretato Elliot Alderson nella serie TV Mr. Robot.

Mr. Robot
Mr. Robot e il mondo degli hacker

Serie andata in onda dal 2015 al 2019, narra le vicende di un ingegnere informatico di New York, Alderson appunto, che viene avvicinato da un gruppo anarchico-insurrezionalista conosciuto come “fsociety”, che ha l’obiettivo rivoluzionario di interrompere l’interdipendenza degli uomini verso le banche. Proprio per questa serie ispirata alla tecnologia, agli hacker e alla ribellione con un lato romantico, Malek si era portato a casa il primo riconoscimento di spessore della propria carriera: l’Emmy come migliore attore in una serie drammatica. 

Upload: serie made in Amazon 

Questa serie TV è prodotta e trasmessa da Amazon. Uscita nel 2020 è ambientata in un futuro immaginario del 2033, fra automobili autonome e mondi virtuali. In questo mondo, alle persone in fin di vita viene offerta la possibilità di poter caricare (upload in inglese) la propria coscienza in un’aldilà digitale. La vita virtuale che attende le coscienze prevede anche un reparto di assistenza clienti.

Upload
Upload tra tecnologia e umorismo

Qui è dove Nathan, o meglio la sua coscienza, incontrerà Nora, assistente umana incaricata dell’ambientamento di Nathan nel nuovo mondo. Il protagonista della serie è Nathan Brown, interpretato dall’attore canadese Robbie Amell, mentre Nora è interpretata dall’attrice e chitarrista americana originaria del Camerun, Andy Allo. A differenze delle due serie menzionate, Upload ha uno sfondo nettamente più comico, da molti è stato definito un prodotto che si pone fra Black Mirror, e Her (“Lei” il titolo italiano su Netflix)

0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina