In lettura
Sanremo 2023: “Duemilaminuti” di Mara Sattei. Testo e video.

Sanremo 2023: “Duemilaminuti” di Mara Sattei. Testo e video.

Mara Sattei

Mara Sattei debutta al Festival e ci propone un brano tutt’altro che superficiale e piuttosto doloroso. Ci parla di un amore tossico, di lividi sul corpo, di manipolazione mentale. L’autore di questo brano è Damiano David, voce dei Maneskin, di cui ha firmato anche la musica con thasup (fratello di Mara Sattei) ed Enrico Brun.

Mara Sattei
Mara Sattei a Sanremo 2023.

Il testo e gli autori di “Duemilaminuti” in gara a Sanremo 2023.

Mara Sattei
Duemilaminuti
di D. David – E. Brun – D. Mattei – D. David
Ed. Sony Music Publishing (Italy)/Me Next/THASUP/Tuttomoltobenegrazie – Milano – Padova

Ti chiamerei anche se non prende
Ti cercherei dove non si vede
Dovesse rimanermi niente
Non importa se fa male
A piedi scalzi sulla neve
Non ho paura di cadere
Pensavo di poter guarire il tuo cuore da tutte le voci che senti
Però il risultato non cambia nemmeno se cambi gli addendi
Pensavo di poter usare la voce ma dentro di me ora la voce non c’è
Ed ho usato duemila minuti per capire di me in fondo cosa pensi
Ho trovato solo la rabbia forse siamo troppo diversi
Ho capito che non era amore ma soltanto un gioco che avevi creato per me
E dimmi se c’è stato amore tra quelle parole
E poi dammi duemila minuti anzi duemila ore
Tu che senza volerlo mi hai insegnato a respirare
Poi sei scappato ed hai rubato tutta la mia voce
Tutta la mia voce
Io mi ricordo quando ritornavi a casa stanco
E sotterravi i tuoi problemi dentro fiumi d’alcool
E ogni volta mi dicevi che la colpa era la mia
Non ti importava di distruggere i nostri momenti
Lividi sopra il mio corpo erano solo i segni
Che quel male che ti porti non andrà più via
Pensavo di poter guardare le cose da un punto di vista diverso
Però il tuo riflesso non cambia
Non entri mai nel mio universo
Pensavo di poter usare la voce ma dentro di me ora la voce non c’è
Ed ho usato duemila minuti per capire che in fondo tu eri diverso
Cercassi nel buio le ombre
O l’aria nel mare blu intenso
Ho capito che non era amore ma soltanto un posto che avevi creato per me
E dimmi se c’è stato amore tra quelle parole
E poi dammi duemila minuti anzi duemila ore
Tu che senza volerlo mi hai insegnato a respirare
Poi sei scappato ed hai rubato tutta la mia voce
Tutta la mia voce
Ma dimmi se c’è stato amore tra quelle parole (tra quelle parole)
E poi dammi duemila minuti anzi duemila ore (anzi duemila ore)
Tu che senza volerlo mi hai insegnato a respirare
Poi sei scappato ed hai rubato tutta la mia voce
Tutta la mia voce

Il video di “Duemilaminuti” di Mara Sattei

0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina