In lettura
Mare fuori: la nuova fiction su Rai 2

Mare fuori: la nuova fiction su Rai 2

mare fuori

Mare Fuori una nuova fiction di grande intensità con un cast giovane ma di altissima qualità.

Ieri sera su Rai 2 sono andate in onda le prime due puntate di “Mare Fuori”, la nuova Fiction su Rai Due girata all’interno del carcere di Gomorra, diretta da Carmine Elia e prodotta da Roberto Sessa in co produzione con Picomedia.

L’azzurro del “Mare Fuori” evidenzia ancor più il grigiore del Riformatorio dove dei “baby criminali” si ritrovano ogni giorno tra risse, minacce, nuove amicizie e momenti di grande e profondo sconforto.

“Mare Fuori”, nelle sei puntate, di cui due sono andate in onda ieri 23 settembre alle 21.15, ci racconta in modo assolutamente realistico e a volte “duro” il mondo che si trovano ad affrontare i giovani detenuti di un carcere minorile di Napoli.

PRIMA PUNTATA: “VITE SPEZZATE”

Nella prima puntata si intrecciano le storie di Filippo Ferrari (Nicolas Maupas) e Carmine Di Salvo (Massimiliano Caiazzo), due giovanissimi che arrivano da “due mondi” completate diversi e lontani tra loro.

Filippo un giovane pianista milanese di talento che arriva da una famiglia benestante e Carmine, adolescente napoletano che sogna di fare il parrucchiere e non vuole aderire alle regole del mondo della sua “Famiglia” d’origine.

Ma come si suol dire… a volte la “sfiga” è sempre dietro la porta e si trovano così a dover condividere la stessa cella nel Riformatorio di Napoli.

Il pianista per bene, sedotto da una provocante ragazza in discoteca, fa uso di MDMA e si trova così totalmente sballato sulla cima di una torre e innescando un gioco davvero idiota si trova accusato di omicidio per la morte dell’amico che cade dalla torre.

Carmine, innamoratissimo della sua ragazza, durante una passeggiata al mare si imbatte in un gruppo di loschi personaggi che vogliono abusare di lei.

Mentre loro si avventano sulla ragazza, lui dapprima inerme, prende le forbici da parrucchiere e uccide uno di questi.

SECONDA PUNTATA: “EDUCAZIONE CRIMINALE”

Siamo all’interno dell’ Istituto di Pena Minorile.

Filippo, soprannominato dai ragazzi “o Chiattillo” (il Signorino), completamente lontano da questa realtà, non prende subito atto del mondo che lo circonda differentemente da Carmine che ben conosce cosa lo aspetta.

Ed ecco apparire il Boss della situazione ovvero Ciro (Giacomo Giorgio), che come ovvio prende di mira Filippo e gli offre la sua protezione in cambio dei servizi di quest’ultimo.

Come da regole del carcere eccoci al momento in cui Carmine viene brutalmente picchiato sotto gli occhi di Filippo, che subito entra in sua difesa chiamando le guardie, cosa da non fare come gli spiegheranno poi gli scagnozzi di Ciro, gli stessi, che hanno malmenato il giovane napoletano.

In relazione a questo fatto non si trovano d’accordo il Comandante Massimo (Carmine Recano) e la nuova direttrice del carcere Paola Vinci (Carolina Crescentini), che ritiene siano necessarie regole ferree e così decide di punire i ragazzi.

Sul finire della puntata abbiamo l’incontro con il magistrato sia per Filippo che per Carmine per la richiesta degli arresti domiciliari che però vengono negati a entrambi.

Non potranno così lasciare questo “inferno dentro” che li priverà ancora per quanto del “Mare fuori”?

Non possiamo che aspettare il prossimo mercoledì per capire come si evolverà questa storia che ci ha da subito profondamente colpiti!

Vedi i commenti (2)

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

Torna a inizio pagina