In lettura
GIULLARATE – Chicche dal Mistero buffo – La nostra recensione
Scuro Chiaro

GIULLARATE – Chicche dal Mistero buffo – La nostra recensione

Giullarate

Giullarate” di Franca Rame e Dario Fo – al Teatro Gerolamo.
Riprende la stagione con un nuovo omaggio a due grandi autori e rivoluzionari del teatro, Franca Rame e Dario Fo.
Il Teatro Gerolamo sempre attento a mettere in scena autori e personaggi della cultura lombarda, ancor di più milanese, non poteva non occuparsi di queste due figure storiche del nostro teatro.

La trama di “Giullarate”

Una breve introduzione di Lucia Vasini su la sua amicizia e collaborazione con Franca Rame e Dario Fo nei primi anni in cui vide la luce Mistero Buffo.

Giullarate
Momenti introduttivi ai monologhi

Quindi il primo dei due monologhi tratti da mistero Buffo.
La nascita di Eva, che fa il suo ingresso nel mondo già grande, ma inesperta delle cose del mondo. Cerca un compagno ed infine incontra Adamo, e da qui la scoperta, irriverente ed ironica, delle differenze, e dei desideri e dei bisogni degli esseri umani.

Segue il secondo monologo decisamente più drammatico di Maria alla croce in cui Maria superando la barriera delle persone che vogliono tenerla lontana dalla vista del suo figliolo crocefisso, giunge ai piedi della croce e si dispera, supplica la guardia perché l’aiuti a portare un po’ di soccorso di sollievo al figlio ed infine urla la sua rabbia e disperazione contro Gabriele (l’arcangelo) dal quale si sente tradita e ingannata.

Termina infine con un monologo decisamente più leggero ed allegro, il racconto de La Parpaja Topola dove un giovane capraio ingenuo e sempliciotto,Giavan Pétro, che vive isolato in montagna e al quale è stata inculcata dal suo padrone misogino la paura delle donne, viene catapultato nella vita del villaggio improvvisamente ricco e ricercato da tutte le donne. Si scatenano situazioni comiche dove il giovane ingenuo e sprovveduto viene turlupinato, ma infine commuove per la sua innocente ingenuità.

I monologhi sono preceduti da dei prologhi scritto ad hoc da Jacopo Fo.

Il cast di “Giullarate

Lucia Vasini
Lucia Vasini riporta in scena alcuni brani del Mistero buffo

Lucia Vasini: Attrice poliedrica e di grande esperienza, soprattutto cresciuta nella compagnia di Franca Rame e Dario Fo, proprio negli anni in cui nasceva questa riscoperta delle forme antiche popolari delle giullarate e dove Fo “inventava” il gramelot.
Chi meglio di lei può riproporre questi monologhi?
Ci vuole una grande capacità e versatilità non solo vocale, ma anche e forse soprattutto fisica per portare in scena questi racconti dove molto è trasmesso da sguardi, espressioni, gesti e movenze.
A Lucia Vasini non mancano tutte queste capacità, ma non solo è necessario inserire in tutto ciò la propria personalità e peculiarità per non risultare la semplice copia di un originale.
Ed anche in questo caso Lucia Vasini ci presenta indubbiamente un Eva ed una Maria originali.

Produzione Compagnia teatrale Fo Rame | distribuzione Mat&Teo

Teatro Gerolamo – Milano

Giullarate

13-14 gennaio 2024

Forse ti potrebbe piacere anche…
Line al teatro della Cooperativa

Sito web: https://www.teatrogerolamo.it/

INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI uffici: 02.36590120 / 122
biglietteria 02 45388221 
biglietteria@teatrogerolamo.it.- info@teatrogerolamo.itwww.teatrogerolamo.it


La nostra recensione


Bello ritrovare, risentire alcuni brani di questo piccolo gioiello che fu e che è Mistero Buffo.
Infatti se le altre opere teatrali di Dario Fo vengono riprese e riproposte ancora oggi, Mistero Buffo rimane così strettamente legato alle capacità interpretative di Dario Fo e Franca Rame che diviene quasi impossibile riproporlo.

Lucia Vasini - Giullarate
Sguardi, mimica che parlano più delle parole

Ci voleva la volontà del direttore artistico del Teatro Gerolamo, Piero Colaprico, e un’attrice come Lucia Vasini formatasi proprio in quegli anni, in cui nasceva Mistero Buffo, alla scuola stessa di Fo e Rame, per riuscire a riportare alla luce almeno una parte di quello spettacolo.

Ancora una volta lo sguardo semplice, ironico e talora irriverente dei “piccoli”, degli ultimi, strappa risate, svela lo sguardo, improvvisamente si vede che “il re è nudo” e oltre alla risata, alla comicità, nasce anche la riflessione.

Pro
Contro
Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
1
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

© 2020 Dejavu. All Rights Reserved.

Torna a inizio pagina