In lettura
FALSTAFF A WINDSOR – Falstaff: non solo buffone. – La nostra recensione
Scuro Chiaro

FALSTAFF A WINDSOR – Falstaff: non solo buffone. – La nostra recensione

Falstaff a Windsor

“Falstaff a Windsor” liberamente tratto da Le allegre comari di Windsor di William Shakespeare, al Teatro Carcano

Il personaggio di Falstaff compare nel Enrico IV e nel Enrico V di Shakespeare, in seguito per volere, pare, della stessa regina Elisabetta, “rinasce” nella commedia “Le allegre comari di Windsor”.

In questo adattamento di Falstaff a Windsor, la trama rimane sostanzialmente fedele all’originale per quanto riguarda i momenti nodali della vicenda di Falstaff. L’ultima beffa a cui viene sottoposto Falstaff subisce alcuni cambiamenti.

La trama di “Falstaff a Windsor

Falstaff si risveglia a Windsor, vecchio, dimenticato e privo di soldi.
Decide di corteggiare due ricche donne sposate, la signora Ford e la signora Page, inviando loro due identiche lettere d’amore.
I due servitori di antica data di Falstaff si rifiutano di consegnare le lettere e fare da ruffiani per Falstaff. Vengono quindi licenziati (questo sarà causa di ulteriori complotti ai danni di Falstaff) e viene assunto un giovane apparentemente sempliciotto ed ingenuo, Semola, per svolgere la funzione di ruffiano.

Falstaff a Windsor
Falstaff con il servo Semola

Le due donne, intanto, dopo avere ricevuto le lettere, scoprono che sono identiche e, indignate dell’impudenza e mancanza di rispetto di Falstaff, si mettono d’accordo su come vendicarsi di costui.

Organizzano così un primo ed un secondo appuntamento con la signora Ford, che vengono però entrambi interrotti per l’imminente arrivo del marito, obbligando Falstaff a nascondersi prima in un cesto del bucato e poi a travestirsi da donna, per sfuggire all’ira e gelosia del signor Ford.

In queste poco onorevoli fughe ovviamente Falstaff viene umiliato, deriso e battuto.
Tuttavia risponderà anche al terzo invito ad un incontro dove in realtà le vendicative donne hanno deciso di metterlo in ridicolo ed umiliarlo di fronte a tutti.

Il cast di “Falstaff a Windsor

Alessandro Benvenuti
Alessandro Benvenuti nei panni di Falstaff

Alessandro Benvenuti (Falstaff): Questo Falstaff sembra essere pensato apposta per Benvenuti. Sembra avere in sé alcuni tratti del toscanaccio dei Giancattivi. Diretto nel parlare; amante dei piaceri della carne, del bere e delle donne; un animo ed un origine nobile, ma molto popolano e plebeo nelle gesta e nei gusti.
Convinto di essere ardito e furbo, in realtà vigliacco e pronto alla fuga.
Con la sua lingua diretta e senza peli, arguta mette però a nudo le falsità di tutti coloro che gli stanno intorno.

Falstaff a Windsor
Le tre allegre comari! – Giuliana Colzi, Lucia Socci, Elisa Proietti

Giuliana Colzi (signora Ford), Lucia Socci (signora Page9, Elisa Proietti (Anna la dama di confidenze): tre donne autonome, consapevoli, poco disposte a farsi raggirare da lusinghe e complimenti.
Le manovre di Falstaff avranno il potere di farle indignare ed infuriare.
Vendicative, prenderanno presto gusto alle loro manovre per sbeffeggiarlo ed umiliarlo.

Paolo Cioni
Paolo Cioni il servitore Semola

Paolo Cioni (Semola): questo personaggio che si inserisce ed affianca a Falstaff è una sorta di alternativo Leporello, ma apparentemente molto più ingenuo e sempliciotto. Si rivela in realtà profondamente saggio.

e con: Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Paolo Ciotti,

Adattamento e regia Ugo Chiti
Scene Sergio Mariotti
Produzione Arca Azzurri

Trailer Falstaff a Windsor


La nostra recensione


Ancora una volta un classico, una commedia, nata, apparentemente, solo per regalare momenti di allegria, diviene occasione per mettere a nudo comportamenti che sono di ogni tempo e denunciare meschinerie dell’umanità.

Prima di tutto viene messo in dubbio e ridimensionato il preteso onore e orgoglio dei nobili, dei guerrieri e delle gesta eroiche dei soldati.

Viene poi ridicolizzata la pretesa di uomini ormai non più giovani, né fisicamente prestanti, di corteggiare e desiderare delle donne che solo per il fatto di non essere più giovani e ricercate dovrebbero sentirsi lusingate. Oltre tutto con la pretesa di poterle sfruttare ed ingannare.

Falstaff a Windsor
Nella foresta la terza burla ai danni di Falstaff

La rivendicazione delle donne! Non sono disposte, ma più di tutto non sono interessate alle attenzioni non richieste ed in fondo per niente lusinghiere di Falstaff.
Sono donne che gestiscono perfettamente la loro vita. Non hanno bisogno dell’intervento dei loro consorti per difendersi o vendicarsi. Faranno tutto da sole!

Forse ti potrebbe piacere anche…
Marco Paolini Boomers Piccolo teatro strehler

La loro rivalsa sarà tutta al femminile, niente armi, niente sangue. Il ridicolo e l’umiliazione sono le loro armi.
Anche se forse, alla fine, ci prendono troppo gusto ed eccedono.
Tanto che infine finiremo per provare un po’ di compassione per questo Falstaff che finisce per essere un po’ patetico.

Teatro Carcano

Falstaff a Windsor

13/02/2024 al 18/02/2024

Sito web: https://www.teatrocarcano.com/

https://biglietti.teatrocarcano.com

INFORMAZIONI BIGLIETTERIA

Corso di Porta Romana, 63 – Milano 
Biglietteria aperta tutti i giorni dalle ore12:30 alle ore 18:30 e a partire da un ora prima dell’inizio degli spettacoli.

Qual è la tua reazione?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
0 Commenti

Rispondi

La tua mail non sarà resa pubblica.

© 2020 Dejavu. All Rights Reserved.

Torna a inizio pagina